Redazione

Chelsea-Tottenham, derby senza gol

Chelsea-Tottenham, derby senza gol
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ramires e Modric

LONDRA, 24 MARZO – Termina con un pareggio la stracittadina di Londra più calda. Un risultato che fa più comodo agli Spurs che ai Blues, permettendo ai primi di mantenere la quarta posizione con cinque punti di distacco dallo stesso Chelsea.

LA PARTITA – Confermata la presenza Bosingwa al posto dell’infortunato Ivanovic,  Di Matteo preferisce schierare sin dall’inizio Drogba, anziché Torres, e Cahill in difesa accanto a capitan JT. La partita comincia con qualche fischio di troppo da parte dei tifosi del Chelsea nei confronti di Gallas, in campo al posto di King, reo di vestire la maglia dell’eterna rivale dopo la militanza nei Blues. A dispetto delle aspettative, entrambe le squadre si rivelano, almeno nel primo tempo, troppo prudenti. Squadre corte e molto attente, gioco sviluppato prevalentemente a centrocampo. Dal lato Tottenham, Bale prova a spingere sulla fascia, ma senza mai riuscire a concretizzare, colpevoli anche i compagni che non seguono le sue azioni. Dal 27’ il Chelsea prova ad inserire una marcia più alta, con Lampard che entra in area ed impegna non poco in chiusura Gallas. Ma l’unica vera azione pericolosa del primo tempo arriva durante l’overtime ed è targata Tottenham: Van der Vaart, grazie ad un azione corale firmata Bale/Modric, calcia per ben due volte la palla in porta, trovando prima la respinta di Cech e poi l’intervento in scivolata a liberare di Ashley Cole. Al termine dell’azione l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. Nel secondo tempo la partita cambia completamente il ritmo, il Chelsea, che deve necessariamente vincere per arrivare in quarta posizione e salvare una stagione altrimenti disastrosa. Al 61’ Sturridge reclama per un calcio di rigore per atterramento in area ad opera di Assou-Ekotto, ma l’arbitro non ritiene esserci gli estremi per un calcio di rigore. Sinceramente il dubbio rimane anche dopo aver visionato la moviola. Al 72’ una punizione dal limite, per fallo di Bale su Ramires, viene calciata splendidamente da Mata, colpendo il palo alla sinistra del portiere. Al 75’ entrambi gli allenatori decidono di tentare il tutto per tutto, Di Matteo fa entrare Torres al posto di Essien e Redknapp decide per la doppia sostituzione Saha-Van der Vaart e Livermoore al posto di Sandro. Un colpo di testa su calcio d’angolo di Gallas al 76’ e, soprattutto, di Bale al 79’ (solo la traversa ferma il suo tiro) mostrano come il Tottenham sa essere molto pericoloso nel gioco da fermo. Un finale di gara all’arrembaggio, in linea con la tradizione inglese, non cambia gli esiti di una partita dove il Chelsea avrebbe dovuto fare molto per ambire ai tre punti. Un’occasione persa, sicuramente, ma la fine del campionato dista solo otto partite e cinque punti non sono poi tanti.

Uomo partita SportCafè24: Gallas 7. Nonostante gli iniziali fischi dello Stamford Bridge, peraltro, immeritati, visto che quella di lasciare il Chelsea per il Tottenham non è stata una sua scelta, Gallas ha mantenuto la concentrazione perfettamente, effettuando interventi in chiusura sempre decisi ma puliti. Un peccato non aver mai visto questo giocatore con una maglia italiana, potrebbe fare veramente molto bene nel nostro campionato

IL TABELLINO

Chelsea-Tottenham 0-0
Chelsea (4-2-3-1)
: Cech; Bosingwa (59′ David Luiz), Terry, Cahill, A. Cole, Essien (74’ Torres), Lampard, Ramires, Sturridge (88’ Kalou), Mata, Drogba. All.: Di Matteo.
Tottenham Hotspur (4-2-3-1): Friedel, Kaboul, Gallas, Assou-Ekotto, Walker, Sandro (74’ Livermore), Modric, Parker, Bale, Van der Vaart (74’ Saha), Adebayor. All.: Redknapp.
Arbitro: Martin Atkinson
Marcatori: –
Ammoniti: Essien (C), Assou Ekotto (T), Sandro (T),
Espulsi: nessuno

a cura di Andrea Marini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *