Simone Viscardi
No Comments

Nba, i risultati della notte: Hawks in cielo, Cavs sottoterra

Ottavo successo consecutivo per Atlanta, mentre Cleveland subisce il 5° Ko in fila senza LeBron. Bene Miami coi Clippers, Lakers affondati da Portland

Nba, i risultati della notte: Hawks in cielo, Cavs sottoterra
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Non sono state molte le partite disputate nella notte Nba, ma non sono comunque mancati gli spunti interessanti. Continua il filotto di Atlanta, capace di ottenere l’8a vittoria consecutiva, 22 nelle ultime 24 uscite. Tra gli altri risultati spicca l’ennesima sconfitta di Cleveland, alle prese con un “ansia da ritorno di LeBron” che sembra non avere fine. Scopriamo insieme come è andata.

DELIRIO HAWKS, LILLARD SHOW – C’è molto di Korver e Horford nel successo di Atlanta contro Washington. La franchigia della

Rudy Gay, Sacramento Kings.

Rudy Gay, Sacramento Kings.

Georgia non soffre la verve offensiva dei capitolini, ed è molto abile a sfruttare ogni disattenzione dei suoi avversari punendoli con una precisione invidiabile. Lo straordinario periodo di forma degli Hawks sembra non avere fine, e gli scenari per il futuro sembrano parecchio rosei per gli uomini di Mike Budenholzer. La sfida dura realmente solo 3 quarti. Nell’ultimo è accademia Atlanta, fino al 120-89 alla sirena. James è ancora a bordo campo nei Cavs, e parecchi tra i suoi compagni preferirebbero sicuramente fargli compagnia in una notte da dimenticare per Cleveland. Quinto ko consecutivo per i figli dell’Ohio, ai quali non basta un mercato in grande stile per avere la meglio su Sacramento. I Kings sono più in forma, più motivati e senza paura, e il risultato si vede. Cousins e Gay fanno paura, Love e Irving non bastano. Benino Mozgov, ma in California finisce 103-84. Rimanendo sulla costa del Pacifico, lo Staples Center deve fronteggiare l’abbattersi del ciclone Lillard. Lakers spazzati via dalla furia del giocatore di Portland, che firma 34 punti in faccia a sua maestà Kobe Bryant. Il Mamba non gioca, e la via del canestro si fa impervia per i gialloviola. Alla sirena è 94-106, con la partecipazione straordinaria di Matthews e Aldridge.

OTTIMA MIAMI – Fanno benissimo gli Heat nella grande sfida della notte contro i Clippers. Whiteside e Bosh sono i protagonisti della sfida, resa non facile dalla prestazione da gran leader di Chris Paul. Il play losangelino ispira anche Griffin, ma i Clippers soffrono difensivamente lo strapotere a rimbalzo degli ospiti. Il 90-104 finale è una manna per una squadra – Miami – uscita malconcia dagli ultimi incontri. Nell’ultima partita in programma successo di Memphis nella maratona – ben 2 supplementari – contro Phoenix. Splendida doppia doppia (27-17) per Zach Randolph, per i Suns non basta la performance di Len (122-110 il risultato finale).

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *