Simone Viscardi
No Comments

Nba, i risultati della notte: lo State è sempre più Golden, ai Clippers il derby

Ennesimo successo stagionale per i Warriors della coppia Curry-Thompson. I Clippers fanno loro il derby di LA, altro ko per Cleveland

Nba, i risultati della notte: lo State è sempre più Golden, ai Clippers il derby
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

In campo praticamente tutte le squadre Nba nella notte che consacra ancora una volta i Golden State Warriors come team più forte della Lega. Nelle 13 sfide in programma spicca anche il Derby di Los Angeles, coi Clippers capaci ancora una volta di sottolineare la propria superiorità cittadina degli ultimi anni. Vediamo insieme tutti i risultati.

Curry&Thompson: la miglior ditta di Oakland

Curry&Thompson: la miglior ditta di Oakland

GUERRIERI IN GUERRA, CAVALIERI DISARCIONATI – Non ha sosta la stagione da urlo degli Splash Brothers. Curry e Thompson ne mettono 61, con Klay capace di toccare quota 40 nella sfida a senso unico contro gli Indiana Pacers. 117-102 il finale, ideale passaggio di consegne come squadra rivelazione dell’Nba. Non basta Irving (38 punti) ai Cleveland Cavs per tornare a vincere. Gli orfani del Prescelto (ancora infortunato) cadono in casa per mano di Houston, per il 7° ko in 9 gare, 93-105 il finale. Senza storia anche il derby di Los Angeles, Bryant incapace di trovare la retina (solo 4 punti, 2/12 dal campo), Griffin e Paul sugli scudi e 114-89 Clippers di supremazia pura.  Seconda sconfitta consecutiva per Okc, nonostante Durant e Westbrook. I Thunder cadono a Sacramento per 104-83, e la corsa Playoff si complica ulteriormente. Non ha fine invece il momento positivo di Detroit, che dalla partenza di Josh Smith raramente sbaglia un colpo. Scalpo importante nella notte, a cadere in questo caso sono i Dallas Mavs (95-108). Crollano in casa anche i Chicago Bulls, affossati a sorpresa dagli Utah Jazz trascinati da Favors e Hayward. Serata storta per Rose e -20 alla sirena (77-97).

LE ALTRE, IL FERRO PREMIA I SUNS – I Phoenix Suns vincono all’ultimo secondo una sfida tiratissima con Minnesota. Wiggins manca il Buzzer Beater allo scadere, e Dragic & co. festeggiano 111-113.  Torna Robinson per Denver, e i Nuggets fanno loro la sfida con gli Orlando Magic (93-90). Per i figli della Florida inutili i 20 punti di Vucevic. Più largo il successo di Boston, corsara sul parquet di Brooklyn sfruttando l’assenza di Deron Williams (81-89). Gli Hawks volano altissimo sui cieli d’America, e questa volta cadono in picchiata per freddare nientemeno che i Grizzlies, 96-86 il finale. Bella vittoria di Charlotte contro i New Orleans Pelicans. Kemba Walker fa la voce grossa, e il 98-94 finale premia gli Hornets. Non fanno notizia infine le sconfitte di Philadelphia (77-97 con Milwaukee) e New York (101-91 a Washington).

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *