Jacopo Bertone
No Comments

Serie A: la Top 11 della 17^ giornata

Tanti numeri e goal nell'ultima giornata del campionato italiano, a dimostrazione del fatto che la Serie A è tutt'altro che morta

Serie A: la Top 11 della 17^ giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nella due-giorni epifanica la Serie A non si è fermata, anzi; in campo si è visto un discreto spettacolo, i top player del nostro campionato sembrano aver smaltito bene i vari cenoni, lo testimonia anche l’alto numero di reti segnate, tuttavia tra di loro bisognava sceglierne 11 e la nostra redazione l’ha fatto, fateci sapere cosa ne pensate.

La Top 11 della 17° giornata di Serie A

La Top 11 della 17^ giornata di Serie A

MIRANTE – Se il Parma esce (dopo una vita!) vincitore dalla partita con la Fiorentina è anche grazie al proprio portiere che ipnotizza Gomez dal dischetto e protegge il prezioso 1-0 fino alla fine: meglio tardi che mai.

ASTORI – Al di là delle polemiche, il goal dell’ex Cagliari permette alla Roma di riacciuffare la Juve e di portarsi a casa 3 punti dalla complicatissima trasferta di Udine: scussssa se è poco.

COSTA – La sua zuccata regala il tanto agognato successo, semplicemente fondamentale per permettere ai ducali quantomeno di provare a risalire la china e allontanare l’incubo retrocessione: eroe crociato.

DE VRIJ – La brezza brasiliana non è svanita come si pensava e questo mastodontico mulino a vento continua ad esprimersi su livelli di assoluta eccellenza sia in difesa che in attacco: colpaccio lotitiano.

BASELLI – Se tutte le grandi d’Italia e d’Europa sono interessate a questo giovane centrocampista non è un caso, merito di quella visione di gioco e di quel piedino che gli fa sfornare lanci al bacio e saette imprevedibili: obice.

VALZANIA – Nonostante la sconfitta, vogliamo premiare l’interno cesenate proveniente dal vivaio bianconero per il coraggio e la discipline mostrate al cospetto di uno squadrone come il Napoli: cinno di prospettiva.

POGBA – Se qualcuno ha modo di contattare i marziani gli chieda di mandarci giù qualche altro compaesano in grado di fare le cose che questo crestato prodigio ci fa vedere a ogni partita: ma che roba è?

FELIPE ANDERSON – Al Santos era il numero 2 dietro a un certo Neymar, adesso invece ha l’opportunità di diventare il protagonista di questa Lazio grazie alla fiducia di Pioli e al suo innato talento: la sorpresa del lunedì.

DYBALA – Oramai non ci si stupisce più di questo ragazzo, ennesima doppietta e altro successo preziosissimo per questo Palermo che grazie alla sua coppia d’attacco fa sogni di gloria: la certezza del martedì.

MATRI – Da relitto umano a punta di diamante del sorprendente Genoa, Alessandro è veramente in stato di grazia e il suo primo goal a Marassi è il giusto premio per l’umiltà e la grinta di questo eterno sottovalutato: orgoglio e pregiudizio.

HIGUAIN – La Supercoppa gli ha fatto finalmente smaltire il mal di pancia post-Champions e in campo i risultati si sono visti da subito, se qualcuno aveva ancora dubbi sulla pepita di Napoli è ora che se li chiarisca: fenomeno, what else?.

Jacopo Bertone (@JackSpartan92)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *