Raffaele Caiffa
No Comments

Pagelle Cesena-Napoli 1-4: Higuain galactico, Cascione fantasma

Higuain incanta, Hamsik brilla, il Napoli continua la marcia verso la zona Champions espugnando l'Orogel Stadium di Cesena

Pagelle Cesena-Napoli 1-4: Higuain galactico, Cascione fantasma
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Il Napoli cerca 3 punti per il terzo posto in Serie A

Cesena-Napoli 1-4: Callejon è stato uno dei grandi protagonisti del match

PAGELLE CESENA – NAPOLI 1-4

CESENA:

LEALI (5,5): Difficile arginare l’onda azzurra quando il Napoli è in serata, il portiere del Cesena ne prende 4 ma salva la faccia impedendo un negativo ancora più pesante. I gol non sono certo maturati per errori personali. INCOLPEVOLE

MAGNUSSON (5,5): Fa quel che può ma la difesa è un reparto fatto di collettivo e non di singolarità, forse il migliore del reparto arretrato.

LUCCHINI (5,5) si immola nel tentativo di impedire il gol a porta vuota di Higuain: sacrificio apprezzabile ma inutile e che gli procura un infortunio, esce dal campo in barella. STOICO

CAPELLI (4,5): Giornata nera per il capitano del Cesena che prima viene segnato sul taccuino del direttore di gara per un’ammonizione, poi in scivolata non riesce a respingere il tiro di Hamsik (probabilmente aggiustando in rete una traiettoria destinata a spegnersi sul fondo). Avrebbe completato il disastro se Massa avesse fischiato un rigore netto per l’intervento di mano in area di rigore. BOCCIATO

MAZZAROTTA (5): Che fatica contenere le scorribande di Maggio e Callejon in partite come queste, compito proibitivo. Tenta di dare una spinta in attacco ma i risultati non sono quelli sperati. INDAFFARATO

CASCIONE (4,5): Si vede poco e niente, eclissato dai centrocampisti e dagli attaccanti del Napoli che oggi si rivelano più reattivi e tonici in fase di impostazione e di rottura. FANTASMA

VALANZIA (6,5): Fra i migliori del Cesena. Prova prima ad impostare con un lancio illuminante nel primo tempo non sfruttato da Almeida, ad inizio ripresa prova il tiro con Rafel fuori dai pali ma Britos si oppone con il corpo. Grande visione di gioco

GIORGI (5): Bloccato in fase offensiva per il troppo lavoro da fare in fase di non possesso, in confusione a causa di Higuain. OPACO

BRIENZA (6,5): Tecnica sopraffina, mette in difficoltà Gargano ad inizio primo tempo sfiorando il gol ma da solo non può fare la differenza contro questo Napoli. Gol al volo di pregevole fattura incrociando fra una miriade di gambe. TECNICO

ZE EDUARDO (6): Gara dalle due facce operando bene in fase difensiva e meno in quella di impostazione ma è uno dei pochi che riesce a fare qualcosa contro l’offensiva partenopea. DIGA

RODRIGUEZ (5,5): Entra al posto di Lucchini ad inizio ripresa per dare una scossa ai suoi ma il risultato non si vede. Divario tecnico troppo evidente oggi. INEFFICACE

ALMEIDA: (5,5): Meglio in versione assistman che in attacco, corsa, fisico ma non riesce ad avere la meglio sui difensori del Napoli. EVANESCENTE

NAPOLI:

RAFAEL CABRAL (6): Non può nulla sul gol di Brienza, per il resto gara diligente ma vanno riviste alcune uscite per dare la giusta tranquillità alla difesa. DILIGENTE

MAGGIO (6,5): Tornato ai livelli di qualche tempo, forse grazie ad una migliorata condizione atletica dato che il passo, si nota, è più veloce. SCHEGGIA

HENRIQUE (5,5): Impensierito da Rodriguez, prende un giallo per impedire un’azione pericolosa al Cesena. Forse il peggiore dei suoi. RIMANDATO

ALBIOL (6): Sicuro e calmo, limita al meglio gli attaccanti avversari contrastando la fisicità di Almeida. MATURO

BRITOS (5,5): Più accorto a difendere che a dare una vera spinta sulla fascia, ma per le sue caratteristiche è normale, fa buona guardia dietro ma appena prova giocate non nelle sue corde la differenza si vede, ne sanno qualcosa i palloni sugli spalti. DURO

D.LOPEZ (6): Buon lavoro al centro del campo, potrebbe segnare al 50’ sugli sviluppi di un corner saltando da solo ma non angola il pallone come dovrebbe. Preferisce i muscoli alla tecnica, a ragione… CONCRETO

GARGANO (6,5): Ormai è la colonna portante del centrocampo di Benitez, la tecnica manca, ma viene compensata dal grandissimo lavoro di interdizione, finalmente Walter ha capito qual è il suo lavoro ed evita di impostare il gioco rischiando errori grossolani. LUCIDO

HAMSIK (7): Fulcro del gioco del Napoli, sta facendo uscire il carattere dopo le brutte prestazioni della prima parte di campionato, fantastico il passaggio in profondità che propizia il gol del 2-0, sintomo di un’intesa determinante con il Pipita. Il gol propiziato dall’intervento di Capelli è la giusta ricompensa per un’ottima gara. PREZIOSO

CALLEJON (7,5): Gazzella sulla fascia e rapace nell’area di rigore, lo spagnolo si dimostra devastante sulla fascia destra dove le sue incursioni creano sempre scompiglio nella difesa avversaria. Difficile trovare in Italia un esterno che difende ed attacca con questa intensità DECISIVO.

HIGUAIN (8): Spazia dalla trequarti in su scendendo a prendere palla per impostare e creare con Hamsik, il risultato è scontato: gol di Callejon dopo il fraseggio con lo slovacco, qualità ai massimi livelli con una condizione fisica in netta crescita. Stufo di creare, decide di “realizzare” prima giocando sul filo del fuorigioco, poi prendendo palla e insaccando dal limite. Da sottolineare lo scatto all’88 dribblando 2 avversari. E’ sui livelli del Gonzalo visto a Madrid. GALACTICO

MERTENS (6): Vorrebbe partecipare anche lui alla grande festa di Cesena ma non riesce a colpire come vorrebbe, aspettiamo il miglior Dries. ASSOPITO

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *