Antonio Casu
No Comments

Pagelle Palermo-Cagliari 5-0: Dybala è un mago, Zola no

Il tecnico sardo esordisce in Serie A come peggio non avrebbe potuto. L'argentino incanta il Barbera

Pagelle Palermo-Cagliari 5-0: Dybala è un mago, Zola no
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Gianfranco Zola, tecnico del Cagliari

Gianfranco Zola, tecnico del Cagliari

Si è divertito, il Palermo. Ha regalato un pomeriggio da sogno ai propri tifosi, il Palermo. Ha dimostrato che in Serie A la solidità, unita ad un’ottima dose di qualità, sono fondamentali per vivere un campionato tranquillo. Si parla sempre del Palermo, perché il Cagliari è stato invece tutto l’opposto. 5-0 il risultato finale. Non sono necessarie altre parole. Vazquez suggerisce, Dybala sfreccia, Barreto forma una diga insuperabile per qualunque avversario, Maresca sembra aver fatto un viaggio nel tempo ed esser tornato a qualche anno fa. Zola esordisce come peggio non avrebbe potuto, Giulini osserva ma non agisce. Di questo passo, la Serie B sarà l’unico obiettivo possibile. Per il Cagliari.

PAGELLE PALERMO-CAGLIARI 5-0

PALERMO

SORRENTINO 6,5 | Decisivo nel primo tempo con due ottime parate che evitano il rientro del Cagliari. Trascorre il resto della partita in tranquillità.

FEDDAL 6,5 | Sempre puntuale nelle chiusure, disputa un’ottima partita, così come i compagni di reparto.

MUNOZ  6,5 | Si toglie la soddisfazione del gol che corona una prestazione maiuscola. E’ tornato ad alti livelli. Dall’84’ VITIELLO sv.

GONZALES 6,5 | Sempre più leader difensivo dei rosanero. Si muove all’unisono con i compagni. Partita perfetta.

MORGANELLA 7 | Apre le marcature e sfodera una prestazione maiuscola: da esterno alto ha trovato la sua dimensione.

RIGONI 6 | Solita partita di sostanza del centrocampista italiano: detta i tempi di gioco e recupera molti palloni.

MARESCA 6,5  | Detta i tempi di gioco e spadroneggia in mezzo al campo: con lui il Palermo ha trovato le geometrie giuste. Dal 64’ BOLZONI 6 | Entra per gestire il risultato assieme ai compagni.

BARRETO 6,5 | Segna il gol del definitivo 5-0 nel finale: il capitano però oltre al gol sfodera una prestazione di cuore soprattutto in fase di interdizione.

LAZAAR 6,5 | Da esterno alto ha trovato la sua dimensione: crea numerosi pericoli sulla sua fascia e sofrna l’assist per il gol di Munoz.

DYBALA 7,5 | Il gioiellino rosanero sfodera un’altra prestazione maiuscola: doppietta e tante giocate di classe. Per la gioia di Zamparini che a fine anno proverà a ricavare quanto più possibile dalla sua cessione. Dal 74’ BELOTTI sv

VAZQUEZ  7 | Sprecone nel primo tempo, duetta bene con il compagno di reparto: la dimostrazione è l’assist al bacio per il secondo gol di Dybala.

CAGLIARI 

COLOMBI 5 | Cragno è un portiere inesperto di belle speranze, Colombi no. L’estremo difensore del Cagliari, gettato nella mischia da Zola, è scarsamente reattivo sul primo gol, pasticcia ingenuamente in occasione del rigore palermitano ed evita un voto ancora più basso grazie a due parate decisive. Troppo poco per un portiere da Serie A. Il problema non era Cragno.

PISANO 5 | Il terzino del Cagliari è stato per anni un discreto mestierante da massima serie. Non offendeva, ma copriva abbastanza bene. Il Pisano di questa stagione continua a non essere utile negli affondi ed è sempre più timido nella fase di non possesso. Giornata nera.

CEPPITELLI 5 | Dybala ne fa quello che vuole. Il centrale dei sardi è lento ed impacciato. Ennesima prova fallita.

ROSSETTINI 5 | Un difensore da Nazionale, dicevano. Se le sue prestazioni sono sufficienti per aprigli le porte della squadra di Conte, per l’Italia si prospettano diversi altri anni bui.

AVELAR 5 | La sorpresa più lieta di inizio stagione si è spenta con il passare delle giornate. Anarchico, senza idee e continuamente impreciso.

EKDAL 6 | Conquista la sufficienza, e questa per il Cagliari è di per sé una notizia. Illumina il centrocampo sardo con una buona dose di carisma e tanta qualità. Ci ha provato, almeno lui (dal 83′ DONSAH s.v).

CONTI 2 | Il ruolo di un capitano è quello di infondere fiducia alla squadra e trascinarla con carattere e pugno duro. Conti, invece, ha spinto il Cagliari verso il baratro. Un ammonizione ingenua ed un espulsione ancora più da dilettante. La fascia non è mai un diritto acquisito honoris causa: si conquista giornata dopo giornata.

CRISETIG 5 | Gioca in orizzontale, ma dovrebbe fare il contrario. Il centrocampista ex Inter ha grandi potenzialità, però bisogna tirar fuori il carattere ( dal 46′ DESSENA 5 | Inspiegabile la sua involuzione rispetto alla scorsa stagione).

FARIAS 4,5 | Inizia discretamente, poi si perde come è solito fare. L’impegno non manca, la classe sì (dal 46′ JOAO PEDRO 4 | Giocatore da Serie B. Il brasiliano è una scommessa persa in partenza).

LONGO 5,5 | Se tutti i giocatori del Cagliari avessero la sua fame, la classifica sarebbe meno deficitaria. Lotta come un leone, si butta su ogni pallone, ci prova in ogni modo, ma i risultati non sono buoni. La squadra non lo assiste. La salvezza potrebbe passare anche dalla sua definitiva esplosione.

COSSU 5 | Da uno come lui ci si aspetta sempre la giocata illuminante in grado di risolvere l’incontro. Oggi non è arrivata e la luce si è spenta. Non è un esterno offensivo: non l’ha capito Zeman, si auspica che lo capisca Zola.

ZOLA s.v | Impossibile giudicarlo dopo pochi giorni. Ha preso in mano una squadra zemaniana e ha il compito ingrato di trasformarla secondo le sue idee tattiche. Sarà in grado di portare avanti l’obiettivo? Chissà.

Pagelle Palermo a cura di Filippo Miosi, pagelle Cagliari a cura di Antonio Casu 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *