Jacopo Bertone
No Comments

Nba, il quintetto della notte: Gasol versione “Cocoon”, Lillard domina

Il playmaker di Portland porta al successo i suoi con una prestazione balistica eccellente mentre si rivede in campo il Gasol di 10 anni fa

Nba, il quintetto della notte: Gasol versione “Cocoon”, Lillard domina
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La notte Nba è stata caratterizzata soprattutto dalla trade che ha coinvolto Cleveland, New York e OKC, ma non va dimenticato che sono andate in scena anche diverse partite, molte delle quali spettacolari grazie ai sempre eccellenti interpreti in canotta e mutandoni; SportCafe24 ha raccolto per voi i migliori 5 di questa giornata così particolare, enjoy!

I Mavs di Nowitzki iniziano a fare paura.

Dirk Nowitzki, 7° marcatore della storia Nba

WALKER (33+5+5) – L’uomo da Uconn ha messo in piedi una partita spettacolare con quel 10/19 da due che è risultato decisivo per il successo dei suoi Hornets sul campo dei Celtics, a testimonianza del fatto che forse non c’era tutto questo bisogno di Lance Stephenson in North Carolina…

LILLARD (39+6+5) – Il ragazzo fa sul serio, sia in difesa dove ci dà molto di più rispetto al passato, sia in attacco dove è sempre il solito giocatore 5 stelle extra-lusso in grado di abbattere ogni avversario: 50% da 3, 12/21 dal campo, 5 assist, ma di cosa stiamo parlando?

AFFLALO (34) – Nonostante i già citati problemi con proprio allenatore, l’ex-Orlando Magic rimane una delle poche note positive di Denver, una squadra sempre più enigmatica che ha trovato nella sua ala piccola una risorsa fondamentale sui due lati del campo (+18 di plus/minus e 4/6 da dietro l’arco contro Minnesota).

NOWITZKI (15) – Il tedesco ci ha fatto vedere partite migliori nella sua irreale carriera, tuttavia stanotte i suoi 15 punti sono stati sufficienti a fargli scavalcare Moses Malone e diventare il 7° marcatore di tutti i tempi con 27.412 punti: WOW.

GASOL (27+14) – Dopo il suo addio a Los Angeles in molti lo davano per finito, invece Pau si sta esprimendo su livelli di assoluta eccellenza che ricordano la sua giovinezza a Memphis, complice anche un allenatore come Thibodeau che non accetta nulla che non sia inferiore al massimo dai suoi giocatori: 27 punti e lo scalpo dei Rockets ti bastano Thibs?!

Jacopo Bertone (@JackSpartan92)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *