Enrico Cunego
No Comments

Nba, le gare della notte: Bulls ok con Denver, Sacramento passa a Minneapolis

Solo 2 le gare Nba giocate nella notte. I Bulls si svegliano nel finale e superano i Denver Nuggets, mentre non basta Wiggins per i T'Wolves: passa Sacramento

Nba, le gare della notte: Bulls ok con Denver, Sacramento passa a Minneapolis
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Tuttok ok per Cousins ed i Kings

Tutto ok per Cousins ed i Kings

Solo 2 gli incontri giocati nella notte Nba. Si giocava a Chicago e Minneapolis, dove la padrone di casa Bulls e Timberwolves affrontavano rispettivamente Denver Nuggets e Sacramento Kings. Andiamo a vedere cos’è successo

CHICAGO BULLS-DENVER NUGGETS 106-101

Allo United Center di Chicago la gara parte molto male per i Bulls, assolutamente imprecisi al tiro e con un Derrick Rose assolutamente negativo (chiudere i primi due quarti con un pessimo 0/7). Dall’altra parte Kenneth Faried firma un’altra doppia-doppia (18 punti, 19 rimbalzi) e nell’avvio del match da la carica ai suoi, che approfittano della scarsa mira dei compagni per prendere il largo. Protagonista assoluto del secondo quarto è Wilson Chandler, che realizza 8 punti consecutivi che permettono a Lawson e compagni di volare sul +11 (53-42) alla sirena. Nel terzo quarto il solito Jimmy Butler (26 punti) si sveglia facendo risorgere Chicago, che si riprende da un massimo svantaggio di -13 per poi tornare avanti a fine periodo, grazie ad un parziale di 7-0 che manda in confusione Denver. Poi nel quarto periodo si svegli pure Rose ed allora per i Nuggets non c’è nulla da fare. Il play dei Bulls segna ben 13 dei propri 17 punti nell’ultimo periodo, sigillando la vittoria dei padroni di casa anche dopo il canestro di Nurkic a 45″, canestro che era valso il -3 per i Nuggets.

Bulls: Butler 26 punti, Rose e Gasol 17 Assist: Butler e Rose 8 Rimbalzi: Noah 11

Nuggets: Chandler 22 punti, Lawson 20 Assist: Lawson 7 Rimbalzi: Faried 19

MINNESOTA TIMBERWOLVES-SACRAMENTO KINGS 107-110

Ci ha provato in tutti modi a compiere la rimonta, ma alla fine Minnesota deve uscire con le ossa rotte anche dalla sfida casalinga contro i Sacramento Kings, guidati da un insospettabile protagonista: Derrick Williams. Il numero 13 parte per la prima volta in stagione nel quintetto titolare e concluderà la gara con 17 punti e tre fondamentali triple messe a segno. La prima da il via al parziale di 11-2 con cui nel primo quarto i Kings si prendono un vantaggio che cercheranno di amministrare per tutto il match. McLemore segna il canestro del +12 a fine primo quarto, ma nel secondo quarto si scatena Andrew Wiggins, che riporta in partita i “lupi” e a fine secondo quarto è già a quota 21 punti con 8/11 dal campo. Minnesota arriva anche 3 volte al pareggio, ma i Kings nel finale piazzano un altro parziale di 11-0 che sembra distruggere le speranze dei T’Wolves. Ma gli 11 punti in 12′ di Daniels ed il sempre minaccioso Wiggins riportano ancora sul pareggio (107-107) la gara e a questo punto ecco riapparire Derrick Williams: a 3″42 dalla fine la sua tripla gela il “Target Center” e regala la vittoria ai californiani. Sulla sirena Daniels prova una difficile tripla, ma la palla non arriva nemmeno al ferro

T’wolves: Wiggins 27 punti, Dieng e Muhammad 15 Assist: Williams 8 Rimbalzi: Dieng 10

Kings: Gay e Collison 21 punti, Cousins 19 Assist: Collison 6 Rimbalzi: Landry 9

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *