Enrico Cunego
No Comments

Nba, i risultati della notte: i Raptors cadono a Portland, gli Spurs a Memphis

10 gli incontri Nba giocati nella notte, dove Spurs e Raptors sono caduti al cospetto di Grizzlies e Trail Blazers. Ancora buio per Cleveland, facile per Golden State

Nba, i risultati della notte: i Raptors cadono a Portland, gli Spurs a Memphis
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Tripla doppia per l'intramontabile Kobe Bryant

Tripla doppia per l’intramontabile Kobe Bryant

10 le gare Nba giocate nella notte. Spiccano i successi di Memphis Grizzlies e Portland Trail Blazers, vincenti su squadre come San Antonio Sprus e Toronto Raptors. Cadono ancora i Cleveland Cavaliers, superati dai sempre più convincenti Atlanta Hawks. Golden State annienta Philadelphia, così come Dallas che annulla Washington. Denver sconfitta dai Lakers di uno splendido Kobe Bryant, colpo grosso di Brooklyn che sbanca Chicago. I Pelicans hanno ragione dei Suns ad Ovest, mentre Minnesota perde ancora, stavolta contro Utah. Infine continua la riscossa dei Pistons, che ad Orlando trovano la terza vittoria di fila

GRANDI CONFRONTI – Sta per concludersi un dicembre da dimenticare per i San Antonio Spurs campioni in carica. Il 95-87 subito dai  Memphis Grizzlies rappresenta il decimo ko del mese per gli “speroni”, alle prese con infortuni, età avanzata e avversarie dal passo rapidissimo. Una di queste è proprio Memphis, ripresasi dopo 3 sconfitte consecutive ed assolutamente padrona del campo nei primi due quarti contro la squadra di Popovich. Il mattatore è Mike Conley, autore di 30 punti, di cui solo 16 nel primo quarto con un 7/8 dal campo. Come al solito Marc Gasol (17 punti, 9 rimbalzi) è una garanzia, mentre dalla panchina Tayshaun Prince apporta 12 punti decisivi per l’impegnativo finale, dove degli orgogliosi Spurs passano da -16 a -3. Grande protagonista il nostro Marco Belinelli con 18 punti, che però non bastano: troppo organizzati ed efficienti questi Grizzlies. Cadono anche i Toronto Raptors padroni della Eastern Conference, che a Portland cedono ai Trail Blazers nel supplementare. Partita dominata per tre quarti dai canadesi, dove spicca come al solito un Kyle Lowry da 25 punti. Ma negli ultimi due quarti Portland realizza 10 triple che portano la gara all’87 pari finale. Al supplementare tre triple consecutive di Lillard, Matthews e Batum decidono la gara, un parziale di 9-0 che condanna alla sconfitta i Raptors. Continuano invece le difficoltà stagionale dei Cleveland Cavaliers, che privi di LeBron James incappano in un 109-101 contro gli efficienti Atlanta Hawks. Un grande Kyrie Irving (35 punti e 9 assist) consente ai Cavs di rimanere in partita, ma dall’altra parte di sono un Millsap da 26 punti ed un Teague da 23 con 11 assist, numeri che danno una comoda vittoria agli Hawks. Troppo facile invece per i Golden State Warriors leader ad Ovest, che annientano i Philadelphia 76ers con un imbarazzante 126-86 finale. 40 punti di scarto che significano decima vittoria casalinga consecutiva per i californiani, record di franchigia. La gara ovviamente è a senso unico, con Philly che paga ben 28 palle perse e con i Warriors che esaltano le riserve (23 punti per Speights, 17 per Barbosa). Grande vittoria esterna per i Brooklyn Nets, che superano 82-96 i Chicago Bulls. Quarta vittoria nelle ultime 5 per i Nets, trascinati da un Brook Lopez da 29 punti. Per Chicago è una serata storta, con Butler e Rose inguardabili al tiro (rispettivamente 3/12 e 2/15).

ETERNO KOBE – A Denver i Los Angeles Lakers tornano alla vittoria dopo 3 ko consecutivi, superano 103-111 i Nuggets. Protagonista assoluto è sempre Kobe Bryant, autore di una tripla doppia da 23 punti, 11 assist ed 11 rimbalzi. Numeri che fanno volare i Lakers, avanti anche +23 a fine secondo quarto. I Nuggets provano a rialzarsi con i 16 punti a testa di Nurkic e Lawson, ma nel finale Bryant fa 3/4 dalla lunetta regalando il successo ai suoi. Inaspettatamente facile è il successo dei Dallas Mavericks, vincenti 114-87 contro degli spenti Washington Wizards. I texani prendono il controllo delle operazioni nel secondo quarto, arrivano a toccare anche il +28 nel terzo. 6 giocatori in doppia cifra per i Mavericks, con Monta Ellis autore di 20 punti. Si ferma a 6 la striscia di vittorie consecutive dei Phoenix Suns, sconfitti 110-106 dai New Orleans Pelicans. Decisivo Tyreke Evans, che sul 100 pari segna 8 punti che decidono il match. Gran doppia-doppia per Anthony Davis: 19 punti e 18 rimbalzi (massimo stagionale). Shabazz Muhammad segna 30 punti e sull’82-72 dei Minnesota Timberwolves esulta davanti alla panchina degli Utah Jazz, che nel quarto periodo si scatenano andando a vincere 100-94. Ben 26 punti a testa per la coppia Burke-Hayward, più della metà dei punti totali della squadra. Infine chiudiamo con la terza vittoria consecutiva dei Detroit Pistons, corsari ad Orlando con un 86-109 dettato dalla strabiliante serata di Jodie Meeks, autore di 34 punti con 9/11 dal tiro da 3. Sono ben 20 i suoi punti nel secondo periodo, punti che uniti ai 17 con 22 rimbalzi di un dominante Andrè Drummond finiscono per regalare un gran successo ai “pistoni”

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *