Davide Terraneo
No Comments

Inter, il primo colpo è un baby: arriva Zè Turbo Correia dallo Sporting

Il 18enne africano cresciuto in Portogallo arriva a Milano a parametro zero dopo un blitz di Ausilio. Battuta la concorrenza dell'Atletico Madrid, retroscena dell'affare Cerci-Milan?

Inter, il primo colpo è un baby: arriva Zè Turbo Correia dallo Sporting
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Primo acquisto ufficiale del mercato di gennaio in casa Inter. E’ forse Diarra, Podolski, Salah, o magari Lavezzi? No, Josè Correia. Tra i tanti nomi importanti che circolano intorno all’ambiente nerazzurro, il primo ad approdare alla corte di Mancini è il giovane trequartista prelevato dallo Sporting Lisbona a parametro zero, in quanto non aveva ancora firmato un contratto da professionista con il club portoghese.

Zè Turbo Correia, nuovo acquisto dell'Inter, impegnato nella sfida della Youth League contro il Chelsea

Zè Turbo Correia, nuovo acquisto dell’Inter, impegnato nella sfida della Youth League contro il Chelsea

CHI E’ CORREIA – Nato il 22 ottobre 1996 nella Guinea-Bissau, Correia è cresciuto calcisticamente in Portogallo, giocando nelle giovanili del Real Sport Clube fino allo scorso agosto, quando ha accettato di trasferirsi nella primavera dello Sporting Lisbona. Lì le sue 5 apparizioni nella Youth League, con 3 reti realizzate in poco più di 300 minuti di gioco, tra cui la doppietta decisiva nel 3-2 contro il Maribor. Quando i portoghesi offrono un quinquennale al “baby” fenomeno, con tanto di clausola rescissoria fissata a 45 milioni di euro, il giocatore tentenna e prende tempo, fino al momento in cui arriva il blitz degli uomini del d.t. Ausilio.

PROFILO GIOCATORE – Zè Turbo. E’ così che il nuovo acquisto dell’Inter viene soprannominato, e non è difficile intuire perché. La sua velocità di movimento e il suo spunto in progressione fanno di Correia un giocatore difficile da marcare, soprattutto quando ci sono gli spazi per agire in contropiede. Le sue caratteristiche fanno di lui un ottimo trequartista e un’ala pericolosa, entrambi ruoli che farebbero molto comodo al credo calcistico di Mancini,  che potrebbe impiegarlo sia nel 4-2-3-1 a supporto della punta sia nel 4-3-3 come esterno alto. Difficile comunque che il tecnico jesino possa decidere di aggregare il ragazzo alla prima squadra già in questa stagione. Un campionato stressante e molto fisico come la Serie A potrebbe bruciare un giovane così promettente, a cui potrebbe giovare fare un po’ di gavetta nella squadra primavera. Ma se Correia sarà in grado di essere all’altezza delle aspettative su di lui, l’Inter può aver fatto il colpaccio. Sacrificando anche Cerci.

INTRECCIO CERCI – Già, perché per arrivare a “Zé Turbo” la società nerazzurra ha bruciato la concorrenza proprio dell’Atletico Madrid, il primo club ad essersi avvicinato al 18enne quando ancora lo Sporting Lisbona non aveva offerto il contratto. L’improvviso inserimento nell’affare dell’Inter, che ha di fatto soffiato il giocatore ai “Colchoneros”, ha mandato su tutte le furie la dirigenza spagnola, che anche per questo motivo avrebbe deciso di congelare i contatti di Cerci con la società di Thohir, indirizzando l’ex ala del Torino verso il Milan. Sicuramente la presenza di Torres nello scambio di prestiti è un elemento che permetteva ai rossoneri di essere in vantaggio sui cugini, ma questo dettaglio potrebbe aver dato la spinta definitiva per la nuova destinazione di Cerci. Solo il futuro ci dirà per chi è stato meglio così, ma un giovane così talentuoso preso a parametro zero può essere un grande affare per l’Inter. L’Inter del futuro targata Thohir inizia a prendere forma?

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *