Davide Terraneo
No Comments

Cagliari, i nomi caldi per il nuovo tecnico Zola

Il successore di Zeman chiede rinforzi nel reparto offensivo e tra i pali. Il sogno è Duvan Zapata, gli obiettivi Pavoletti e Mancosu

Cagliari, i nomi caldi per il nuovo tecnico Zola
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La chiusura di Zemanlandia ha bruscamente interrotto quello che sembrava destinato ad essere un nuovo ciclo per il Cagliari. L’esonero del tecnico boemo, rimpiazzato da Zola, stravolge improvvisamente l’equilibrio tattico della squadra, costringendo la società ad operare sul mercato per cercare nuovi innesti da aggiungere alla rosa.

L'esplosione di Zapata offre a Benitez l'opzione delle due punte

Duvan Zapata, attaccante del Napoli in cima alla lista dei desideri del Cagliari

SOGNO ZAPATA – Il primo reparto che il nuovo allenatore sembra voler migliorare è quello offensivo. Il tridente Ibarbo-Cossu-Sau non ha entusiasmato in questa prima parte di stagione, e Magic Box potrebbe decidere di cambiare modulo per passare ad uno con due punte. In questo caso il 5-3-2 usato al Watford sarebbe più probabile del 4-4-2 dell’avventura al West Ham considerati gli uomini a disposizione nel capoluogo sardo, e avere un altro attaccante col fiuto del gol oltre al finora deludente Sau sarebbe di vitale importanza. Il nome più gettonato sembrerebbe essere quello di Duvan Zapata, autore di 5 reti in 13 presenze con la maglia del Napoli e in costante crescita di rendimento. Proprio per questo motivo però la società partenopea difficile lascerà partire il colombiano nella sessione invernale, privandosi della più valida alternativa del Pipita Higuain.

PAVOLETTI E MANCOSU – Qualora non dovesse concretizzarsi l’acquisto del sudamericano, sono già pronte le piste secondarie che portano a Leonardo Pavoletti e Matteo Mancosu. L’attaccante del Sassuolo, che poche settimane fa ha festeggiato la sua prima rete in Serie A, ha un valore di mercato superiore ai 2 milioni di euro e partirebbe se la squadra emiliana dovesse riuscire a blindare i suoi gioielli Berardi e Zaza. Per quanto riguarda il giocatore del Trapani, il suo cartellino più economico e la sua età più avanzata (30 anni compiuti da poco) fanno in modo che venga considerato come ultima soluzione, sebbene i suoi 54 gol in 93 presenze nella serie cadetta siano un ottimo biglietto da visita. Inutile dire quanto il giocatore gradirebbe un’offerta della città in cui è nato.

PORTIERI – L’altro ruolo che Zola vorrebbe ritoccare nel suo Cagliari è quello del portiere, con il giovane Cragno che non è stato in grado di dare la dovuta sicurezza alla retroguardia rossoblù. L’idea di affiancargli il più esperto Amelia, campione del mondo nel 2006 e ora in forze al Rocca Priora in Promozione, sembra affascinare la dirigenza, che ha posto il proprio interesse anche su Viviano e Padelli. I due estremi difensori sono infatti scontenti di sedere costantemente sulle panchine di Sampdoria e Torino, e certamente gradirebbero la possibilità di essere titolari in Sardegna. Intanto sembra aumentare il pressing su Alessandro Longhi, terzino sinistro del Sassuolo in scadenza a giugno. Nome poco prestigioso che difficilmente potrà fare le fortune di Zola e del suo Cagliari alla ricerca della salvezza. Ma per dar vita a un nuovo progetto si parte anche da qui. Senza i colpi ad effetto in stile Zeman.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *