Dario Di Ponzio
No Comments

Premier League: ‘Boxing Day’ di conferme

"Boxing Day" con tantissime conferme e poche sorprese. Continua l'inseguimento tra City e Chelsea

Premier League: ‘Boxing Day’ di conferme
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nei paesi di matrice anglosassone è una delle festività più rispettate, ovviamente si parla del “Boxing Day”, che prende il nome dall’usanza di aprire i classici “box” natalizi il 26 Dicembre. E come ogni “Boxing Day” che si rispetti la Premier ha tenuto compagnia a tutti gli amanti del calcio offrendo uno spettacolo iniziato a pranzo e finito a ora di cena.

Wayne Rooney, protagonista assoluto di questo " boxing day"

Wayne Rooney, protagonista assoluto di questo ” boxing day”

LA VETTA – La situazione in vetta è rimasta perfettamente stabile nelle prime 3 posizioni. Il Chelsea, che aveva l’impegno più difficile, supera un deludente West Ham, mai realmente in partita e che soccombe sotto i colpi di Terry e Costa per il 2-0 finale. Il City supera agilmente il WBA a domicilio sfruttando un inizio fulminante, con i goal di Fernando, Toure e Silva che arrivano tutti in 35 minuti. Prosegue anche la marcia della metà rossa di Manchester, che con il medesimo risultato si sbarazza del Newcastle grazie all’ennesima partita da fenomeno del centrocampista Rooney, a segno con una doppietta e un assist. Riaggancia il treno anche il Soton grazie all’ennesimo 3-1 di giornata contro il Crystal Palace a Salhurst Park. Il redivivo Manè e i difensori Bertrand e Alderweireld infatti consegnano altri 3 punti al Soton.

ALTRI RISULTATI – Sterling consegna 3 punti sul campo del Burnley nel nuovo Liverpool senza prima punta ma non riesce ad agganciare l’8° posto dello Swansea, che vince contro l‘Aston Villa grazie a una perla di Sigurdsson da calcio piazzato. L’Arsenal soffre contro il QPR di Austin ma vince il derby grazie ad uno straripante Sanchez mentre il Tottenham grazie al solito Eriksen vince 1-2 col Leicester. La crisi Everton continua dopo la sconfitta contro lo Stoke firmata da un rigore di Bojan Krkic. Infine, in bassa classifica, vittoria fondamentale per lo Stoke di Bruce fuori casa contro il Sunderland, che vanifica il vantaggio firmato Johnson subendo la rimonta dei 3 goal di Ramirez, Chester e Jelavic.

Dario Di Ponzio

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *