Kevin Brunetti
No Comments

Da Michael Ende a Gregg Popovich: “La storia infinita” passa per San Antonio

Popovich e Ende: due artisti nei rispettivi campi, due che hanno segnato le rispettive generazioni creando due "Storie infinite", ognuna magica a modo suo

Da Michael Ende a Gregg Popovich: “La storia infinita” passa per San Antonio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

“La storia infinita” di Michael Ende aveva come eroi Bastian, Atreiu e il Drago della fortuna Falkor… “La storia infinita” di Coach Gregg Popovich ne conta altrettanti: Tim Duncan, Emanuel “Manu” Ginobili e Tony Parker. Tre eroi che hanno domato “Il Nulla” per 12 anni, tre eroi che hanno dominato la lega cestistica più difficile del globo da quando vi hanno posato il piede, tre eroi che non vogliono saperne di appendere gli scarpini al chiodo.

Bastian e Falkor, due degli eroi scaturiti dalla fantasia di Michael Ende nella "Storia infinita"

Bastian e Falkor, due degli eroi scaturiti dalla fantasia di Michael Ende nella “Storia infinita”

ENDE E POPOVICH – “La storia infinita” e i suoi tre eroi nascevano dalla fantasia di Michael Ende tra il 1976 e il 1979. Tre anni dopo, nel 1982 Ende firmava il contratto per la versione cinematografica della sua opera. Il caso ha voluto che in quegli anni (1976, 1977 e 1982), nascessero tre ragazzini: un caraibico, un francese e un argentino, che sarebbero poi diventati eroi a San Antonio, sotto la guida di un altro artista… Gregg Popovich. Vedetelo come un segno, vedetelo come un caso… Vedetelo come volete, ma quando si è conclusa “La storia infinita” di Michael Ende (alla sua morte, nel 1995), è iniziata quella di Gregg Popovich… “Pop” ha infatti preso la guida degli Spurs solo qualche mese dopo, nel 1996, e fin da subito ha iniziato a circondarsi dei suoi futuri eroi. Duncan nel 1997, Parker nel 2001 e Ginobili nel 2002… E poi via, è partita la conquista del Regno della Fantasia di Ende, la conquista dell’Nba di Pop.

EROI IMMORTALI – Dodici anni da eroi incorniciati dai titoli Nba del 2003, 2005, 2007 e 2014. Ma gli eroi non nascono tali, Tim, Tony e Manu, così come Bastian, Atreiu e Falkor, sono stati forgiati dalla mente e dal lavoro del loro “creatore”, Gregg Popovich. Solo Duncan infatti è stato una Top ten pick al Draft Nba, il caraibico è stato scelto infatti come #1. Incredibilmente, Parker e Ginobili si sono uniti alla franchigia di San Antonio solo con le scelte #28 e #57. Ad oggi i “Big Three” di San Antonio sembrano conservarsi proprio come gli eroi delle favole: con il passare del tempo non perdono la loro efficacia… Anzi, assumono sempre più fascino. Ed è forse per questo che il titolo di campioni Nba 2014 degli Spurs è così magico, perchè dopo aver dominato “Il Regno della fantasia”, e dopo aver perso contro “Il Nulla” nel 2013 (le Finals Nba perse contro i Miami Heat di LeBron James), come gli eroi, contro tutto e tutti, gli Spurs si sono rialzati e hanno vinto ancora, proprio come nelle favole. Magici… Infiniti.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *