Gianpiero Farina
No Comments

Genoa, ecco chi è Tino Costa

Il centrocampista argentino arriva con la formula del prestito con diritto di riscatto

Genoa, ecco chi è Tino Costa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Genoa non perde tempo e piazza a sorpresa il primo colpo del mercato di riparazione: Alberto Facundo “Tino” Costa, centrocampista argentino dello Spartak Mosca ex Valencia. Il giocatore,che va a rinforzare la colonia argentina rossoblù, sarà a disposizione di Gasperini da gennaio. Il tecnico di Grugliasco avrà quindi un’arma in più nella corsa al terzo posto.

Preziosi e Gasperini, Genoa.

Preziosi e Gasperini, Genoa

GENOA MOLTO ATTIVO –  La formula con cui arriva è quella del prestito della durata di 18 mesi con il diritto di riscatto fissato a giugno 2016. Tino Costa ha già superato le visite mediche. Il Genoa rimane comunque una delle società più attive sul mercato ed è molto caldo l’asse con la Roma con moltissimi nomi in ballo. Il presidente Preziosi intende rinforzare la squadra perché il terzo posto si trasformi da un meraviglioso sogno ad una possibilità concreta e reale. Sotto la Lanterna si vuole continuare a sognare e a sentire profumo di Champions.

UN SINISTRO NIENTE MALE – Ma chi è Tino Costa? Alberto Facundo “Tino” Costa nasce a Buenos Aires il 9 gennaio 1985 da una famiglia umile. A 11 anni entra a far parte delle giovanili del club La Terrazza. La fortuna non sembra però essere dalla sua parte: perde la possibilità di fare un provino sia con il Boca Juniors, per la pioggia, sia con l’Estudiantes, perché si era rotto un polso. E allora ecco l’esperienza in Guadalupa dal 2002 al 2004, anno in cui arriva in Europa giocando tra le fila del Racing Club di Parigi, squadra della terza divisione francese, dove totalizza 28 presenze realizzando 3 gol. Dopo l’esperienza parigina il neoacquisto del Genoa rimane ancora in terra francese giocando nel Pau e nel Sète, dove diviene un pilastro con 29 presenze, 3 gol e 7 assist. Ma è nel Montpellier, dal 2008 al 2010, che avviene la sua consacrazione: 60 partite e 15 gol, contribuendo nella prima stagione in maniera fondamentale alla promozione in Ligue 1. Dopo questa lunga esperienza in Francia, passa al Valencia che lo acquista per 6,5 milioni di euro. Nelle 3 stagioni in Spagna Tino Costa totalizza 81 presenze, 10 gol e 11 assist raggiungendo per ben due volte il terzo posto nella Liga. Nel giugno 2013 viene acquistato dallo Spartak Mosca che offre un contratto milionario a lui e 7 milioni al Valencia. Il centrocampista argentino chiude l’esperienza russa con 35 presenze e 3 gol. E ora ecco la nuova esperienza al Genoa. Gasperini avrà a disposizione un giocatore di grande esperienza internazionale, molto aggressivo e combattivo ma anche con tanta personalità e un’ottima visione di gioco. E soprattutto ha un’arma micidiale: il suo sinistro, dotato di precisione e potenza, che gli è valso il soprannome di el cannon zurdo (il cannone mancino). Quindi uno così serve come il pane e i tifosi del Genoa non vedono l’ora di ammirare le sue cannonate.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *