Edoardo Baracco
No Comments

Campionati europei: la Top 10 gol del 2014

Tempo di bilanci a fine anno, tra i top gol europei molti vengono dalla Premier. C'è un italiano in classifica.

Campionati europei: la Top 10 gol del 2014
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Siamo alla fine dell’anno e il grande calcio internazionale ci ha regalato un’enorme quantità di gol veramente da applausi, vuoi per la bellezza del gesto tecnico in se, vuoi per il modo in cui la rete è stata realizzata. Ecco a voi quindi 10 tra i top gol di questo anno 2014.

10) Pellè – Il nostro esiliato d’oltre manica nel match casalingo contro il Qpr ha tirato fuori una perla di rara fattura. Riceve palla spalle alla porta, con un tocco la stoppa mantenendola ad una buona altezza, e con il difensore alle spalle conclude di rovesciata battendo l’incolpevole Green. Applausi per lui.

9) Javi Lara – Centrocampista ventinovenne dell’Eibar, compie un gesto assolutamente da fuoriclasse puro contro la Real Sociedad. Punizione praticamente sulla linea di fondo da posizione laterale, lascia partire un destro delizioso che bacia il palo alla sinistra del portiere e si infila sotto l’incrocio. Semplicemente un lampo di genio il suo, da premiare senza esitazioni.

8) Diego Costa – Giocatore capace, lo sappiamo, di segnare grandissimi gol come questo siglato nel derby col Getafe. Nonostante la marcatura a uomo del difensore riesce a farsi servire in area e conclude con una rovesciata balisticamente da applausi alle spalle del portiere con una potenza di calcio spaventosa. Gesto tecnico veramente da grande campione quale è.

7) Berbatov – Giocatore ormai a fine carriera direte, si e ci può stare, ma è sicuramente in grado di segnare reti da far esplodere un’intero stadio. Come quella contro il Nizza. Sembrava ormai neutralizzato avendo il difensore ben posizionato davanti e il portiere piazzato, ma lui ha voluto sorprendere e con un pallonetto dolcissimo ha scavalcato difensore e portiere mettendo la palla sul secondo palo. Quando si dice l’estro del campione.

6) Ibrahimovic – Che dire su di lui, i suoi gol manco a Fifa si fanno. Ha un calcio che pochi al mondo nella storia di questo gioco hanno posseduto, e giustamente lo sfrutta come solo lui sa fare, ma ogni tanto ci vizia con colpi illegali in 197 paesi. Quello contro il Bastia è uno di questi. Mattoidi devia a campanile un pallone proveniente sulla fascia, lui non ci pensa due volte, colpo di tacco volante e palla nel sacco. Ibra, What else?

5) Pablo Hernandez – Centrocampista del Celta Vigo, a molti sconosciuto, ma il ragazzo ha segnato uno dei gol più incredibili dell’anno. La vittima, illustre, è l’Atletico Madrid al Calderon. Sfrutta una palla lunga in area, difensore che lo strattona un po e lui, senza altre possibilità plausibili, lascia scorrere il pallone e lo devia dolcemente in porta di tacco. Il gol è da ovazione, per chi non avesse visto merita veramente. Gesto incredibile.

4) Rooney – Quando si dice il genio. Eh già, perché non potrebbe essere altrimenti. Partita insidiosa sul campo del West Ham, lui decide di sbloccarla con un tiro da 40 metri a scavalcare il portiere. Così, senza pensarci troppo, reagendo d’istinto come solo i grandi campioni sanno fare. Wayne Rooney ladies and gentleman.

3) Calhanoglu – Centrocampista turco di soli vent’anni di proprietà dell’Amburgo. Se l’aggiudica lui la terza posizione in questa speciale classifica con la sua punizione da 40 metri ai danni del Borussia Dortmund. Una bordata spaventosa che non lascia scampo a Weidenfeller. Ci vuole carattere per fare una cosa del genere e lui ne ha avuto tanto. Il risultato è stato senza dubbio un capolavoro assoluto.

2) Wilshire – Qui si premia un’azione corale da manuale del calcio. Il trionfo assoluto del Tiki Taka, veramente da applausi. tutto questo si svolge veramente in un fazzoletto di campo con difesa schierata: Cazorla da a Wilshire che rende la palla e punta l’area, scambio Cazorla Giroud, palla a Wilshire che di tacco da di nuovo al francese che rende nuovamente e a quel punto il gol è solo il compimento di qualcosa di magnifico. Ovazione totale più che meritata.

1) Kasami – Vincitore del premio Puskas, Kasami segna senza dubbio il gol più impegnativo dell’anno nel derby col Crystal Palace in maglia Fulham. Riceve palla largo sul lato destro dell’area di rigore, stoppa di petto in corsa una palla lunga difficilissima e scaraventa la palla al volo all’incrocio sul secondo palo. Premio meritatissimo, gol così se ne vedono veramente di rado.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *