Antonio Casu
No Comments

Venduto, anzi no: il Parma è ancora di Ghirardi

Clamoroso dietrofront di Pietro Doca, ma il presidente emiliano smentisce. La situazione dei ducali è paradossale

Venduto, anzi no: il Parma è ancora di Ghirardi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo aver appreso gli ultimi sviluppi, i tifosi del Parma avranno pensato di esser finiti in una puntata di “Scherzi a parte”. Invece no, è tutto vero. Nella cittadina emiliana non si capisce più chi è il proprietario del club ducale. Tommaso Ghirardi, attuale presidente del Parma, aveva ufficializzato nella giornata di martedì la cessione della società, ma Pietro Doca, colui il quale avrebbe dovuto acquisire le quote di maggioranza, ieri ha smentito tutto. La cautela è d’obbligo, la trattativa non è saltata, però non si capisce più nulla. Di chi è il Parma?

Massimo Coda, attaccante del Parma. Il re del fantacalcio è lui

Parma in bilico tra Doca e Ghirardi

LE DICHIARAZIONI DI DOCA– Quella che segue è la dichiarazione di Pietro Doca: “Considerato quanto emerso, preciso che ad oggi il Parma calcio non è stato ufficialmente ceduto mediante atto notarile di compravendita e la proprietà è ancora del dottor Ghirardi. La trattativa di acquisizione era in dirittura di arrivo, l’obiettivo era giungere all’acquisizione del club emiliano laddove venissero verificate tutte le condizioni necessarie. Pertanto ad oggi non è stato raggiunto alcun accordo definitivo“. Particolare la presa di posizione del gioielliere, che martedì aveva invece annunciato la conclusione positiva dell’affare.

LE DICHIARAZIONI DI GHIRARDI – Ghirardi non ci sta e ha prontamente replicato: “Tommaso Ghirardi, in nome e per conto degli azionisti di Eventi Sportivi dallo stesso rappresentati, letta la dichiarazione resa dal sig. Doca, conferma la conclusione dell’accordo avente ad oggetto la cessione delle azioni. Precisa che il comunicato stampa diffuso ieri sera sul sito di Parma FC è stato concordato e sottoscritto dal sig. Doca alla presenza del notaio Posio e dei consulenti delle parti, nel corso dell’incontro di ieri pomeriggio a Brescia (l’originale del documento è custodito dal medesimo notaio). Auspica che questo increscioso ed inaspettato episodio sia adeguatamente chiarito dallo stesso sig. Doca nel corso della conferenza stampa convocata per venerdì p.v.”. La prossima puntata della soap è prevista per domani. Il Parma, intanto, affonda.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *