Enrico Cunego
No Comments

Pagelle Udinese-Verona 1-2: che duello Di Natale-Toni!

Nella sfida del Friuli, decisa da un guizzo di Christodoulopoulos, brillano le reti dei "vecchietti" Di Natale e Toni. Molto male Guilherme e Danilo

Pagelle Udinese-Verona 1-2: che duello Di Natale-Toni!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Antonio Di Natale porta avanti l'Udinese! Diretta gol

Per l’Udinese timbra sempre lui: Toto’ di Natale

Reti ed emozioni nel match nella domenica pomeriggio del Friuli, dove il Verona è tornato alla vittoria dopo un mese e mezzo grazie alla rimonta targata Luca Toni e Lazaros Christodoulopoulos. Illusoria la zuccata vincente di Di Natale, un’ Udinese confusionaria ed imprecisa deve arrendersi di fronte alla fame di vittoria degli uomini di Mandorlini. Vediamo chi si è distinto nel match e chi invece avrebbe potuto fare molto meglio.

TOP UDINESE

Di Natale 7: niente da fare, questo giocatore non ne vuol sapere di abbassare i ritmi. Splendido colpo di testa imparabile per Benussi che da il vantaggio all’Udinese, l’ennesima prodezza di un simbolo e di una bandiera intramontabile. Per sua sfortuna è un gol che non vale nulla per la classifica, ma che evidenzia (come se ce ne fosse bisogno) ancora l’estrema importanza di questo giocatore

Fernandes 7: premiamo anche il portoghese, che conferma la grande prestazione maturata contro l’Inter. A differenza di San Siro qui manca il gol, ma l’assist per la testa di Di Natale è un gioiellino preciso e puntuale. Sempre pronto ad impostare le azioni offensive dei suoi, il futuro è tutto dalla sua parte. Se cercate un colpevole per la sconfitta dell’Udinese sicuramente non guardate dalle parti del portoghese

Widmer 6,5: in Svizzera lo chiamano il “nuovo Lichtsteiner” e sembrano non avere tutti i torti. Petkovic, ct della Svizzera, già lo ha inserito a pieno regime nel giro della nazionale elvetica, lui continua a confermare quanto di buono si dice sul suo conto. Anche oggi, nonostante il ko, imperversa sulla fascia destra grazie alla sua velocità ed alla sua tecnica e nel finale solo la gamba destra di Benussi gli nega il gol del 2-2

FLOP UDINESE

Guilherme 4,5: un fantasma nel centrocampo dell’Udinese. Il brasiliano gioca solo 57′ assolutamente impalpabili, privi di alcuna giocata e macchiati inoltre dalla brutta marcatura su Lazaros, che al 47′ lo fulmina e conclude per quello che si rivelerà il gol-partita. Davvero una giornata opaca per lui, che esce visibilmente nervoso dal terreno di gioco

Danilo 5: tra gli addetti ai lavori è riconosciuto come un’autentica garanzia e sicurezza per la difesa dell’Udinese. Ma oggi il centrale verde-oro appare disattento e nell’occasione del pareggio il veterano Luca Toni lo ridicolizza con i suoi movimenti. Un episodio che condiziona il resto della gara e che incide inevitabilmente sulla sua prestazione

Lucas Evangelista 4,5: gioca solo poco più di 20′, ma questo tempo così risicato basta per bocciarlo sonoramente. Entra per sostituire sulla fascia sinistra un opaco Pasquale, ma se possibile fa ancora peggio. Almeno 4 cross uno peggio dell’altro, un qualcosa di inguardabile che provoca frequenti gesti di stizza in Stramaccioni. Gli si chiedeva lucidità e precisione, il classe ’95 fallisce in pieno

TOP VERONA

Toni 8: l’MVP del match. Segna un gol strepitoso, con controllo che manda al bar Danilo e conclusione potente ed imparabile per Karnezis. Segue maglia celebrativa per i 300 gol da professionista, un traguardo meritatissimo e stupendo per un vero campione, capace di segnare con qualsiasi casacca indossata. Ed oltre al gol un enorme sacrificio estremamente prezioso per preservare il risultato e per aiutare i compagni. Complimenti Luca, sei il numero 1!

Christodoulopoulos 7,5: premiamo con un bel voto anche il greco, fin troppo discontinuo finora, ma estremamente decisivo quest’oggi. Dispensa numerosi palloni davvero succulenti per i compagni ed è sempre nel vivo del gioco offensivo dei suoi. E soprattutto firma il gol-vittoria, con un potentissimo diagonale che al 47′ sorprende Karnezis.

Tachsidis 7: Hellas in greco significa Grecia e proprio la colonia ellenica è asse portante per la squadra di Mandorlini. Dopo Lazaros premiamo anche Panagiotis, vero motorino e stantuffo di centrocampo, capace di fermare le avanzate avversarie e di proporsi ottimamente in fase offensiva. Promosso a pieni voti, continui così e non cada ancora in cali di concentrazione

FLOP VERONA

Martic 5,5: sulla fascia destra non ha pienamente convinto l’ex San Gallo, poco efficace in fase di cross ed inoltre colpevole nell’occasione del pareggio per aver lasciato troppi metri a Bruno Fernandes. Ma era al rientro dopo uno stop per problemi fisici, avrà molte altre occasioni per rifarsi

Rodriguez 5,5: l’argentino avrebbe anche potuto raggiungere la sufficienza, perchè tutto sommato riesce quasi sempre a cavarsela nei propri compiti difensivi. Inevitabilmente, però, lo penalizza nel giudizio finale la marcatura “leggera” su Di Natale, libero di colpire di testa per siglare il gol del vantaggio

VOTI NUMERICI

Udinese: Karnezis 5,5; Heurtaux 6, Danilo 5, Domizzi 5,5; Widmer 6,5, Badu 6, Allan 5,5, Pasquale 5,5 (dal 72′ Evangelista 4,5); Fernandes 7 (dal 78′ Kone SV), Guilherme 4,5 (dal 57′ Thereau 5); Di Natale 7 All. Stramaccioni 5,5

Hellas Verona: Benussi 7; Martic 5,5 (dal 72′ Gonzalez 6), Marques 6,5, Rodriguez 5,5, Agostini 6 (dall’89’ Fares SV); Moras 7; Lazaros 7,5, Tachisidis 7, Hallfredsson 7; Nico Lopez 6,5, Toni 8 (dall’80’ Valoti SV) All. Mandorlini 7

Enrico Cunego

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *