Davide Terraneo
No Comments

Champions League: poker Olympiakos, Real e Arsenal, Liverpool fuori!

Oltre alla Juve e all'Atletico passano anche Dortmund, Arsenal, Monaco e Leverkusen. clamoroso Liverpool: agli ottavi va il Basilea.

Champions League: poker Olympiakos, Real e Arsenal, Liverpool fuori!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La prima metà dei gironi eliminatori di Champions si è definitivamente conclusa e la prima sorpresa arriva da Liverpool. La squadra di Balotelli, neanche in panchina per infortunio, non riesce ad andare oltre l’1-1 contro il Basilea  così si deve accontentare dell’Europa League! Non basta il gol di Immobile al Dortmund ma i tedeschi e l’Arsenal viaggiano sicuri alla fase successiva. Tutto il cuore dell’Olympiakos non serve: il pareggio tra la Juventus e l’Atletico qualifica entrambe senza patemi. Carletto ormai sa solo vincere: con il Real le vittorie consecutive sono 19, tra tutti i tornei. Pari a reti bianche tra Leverkusen e Benfica.

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE | LE GARE DELLA SESTA GIORNATA DELLA FASE A GIRONI

Risultati calcio Champions League offerti da livescore.it

Serata di verdetti in Champions League, dove si giocano i primi quattro gironi per conoscere le prime otto squadre che accederanno al tabellone degli ottavi di finale. Già qualificate alla fase successiva le due squadre di Madrid, le tedesche Bayer Leverkusen e Borussia Dortmund e l’Arsenal, mentre per la Juventus la sfida contro l’Atletico non consente errori.

GIRONE A – La squadra bianconera ospita allo Stadium il gruppo di Diego Simeone, già certo del pass agli ottavi di finale di Champions League e in campo soltanto per difendere il primo posto nel girone. In virtù dell’1-0 per i Colchoneros all’andata e della differenza reti, il gruppo di Allegri deve vincere con due gol di scarto per qualificarsi come testa di serie, mentre è sufficiente evitare il ko per staccare il biglietto tra le migliori 16 d’Europa. Risultato che dipende anche dall’Olympiakos, che affronta il Malmo vincitore della sfida d’andata. Per i greci l’unica speranza è vincere e tifare agli spagnoli: attenzione però agli svedesi, che si giocano la chance di avere un posto nei sedicesimi di Europa League, possibile soltanto con un successo esterno.

GIRONE B – Situazione più complicata nel secondo girone, con il Real Madrid che riceve i bulgari del Ludogorets consapevole di essere già ampiamente primo. Le merengues daranno sicuramente spazio alle seconde linee, mentre per la società di Razgrad la qualificazione è già sfumata, pur avendo 4 punti come il Liverpool, per gli scontri diretti sfavorevoli contro tutti i rivali. I Reds, impegnati ad Anfield Road contro il Basilea, devono ottenere i tre punti per scavalcare gli svizzeri e acciuffare gli ottavi di finale. Vietato sbagliare per gli uomini di Rodgers, fermati due settimane fa dal Ludogorets e sconfitti dagli elvetici all’andata.

Non dovrebbero esserci problemi per lo Zenit di Hulk

Hulk, uomo chiave dello Zenit San Pietroburgo impegnato a Monaco

GIRONE C – Molto combattuta la classifica del gruppo C, che vede il Bayer Leverkusen a quota 9 già sicuro della qualificazione far visita al Benfica, fanalino di coda ed eliminato con 4 punti. Per i tedeschi la vittoria è l’unico modo per stare certi di essere teste di serie nel turno degli ottavi, dato che Monaco (8 punti) e Zenit (7) si affrontano nel Principato per l’ultimo posto disponibile in questo girone. I francesi vengono dalla vittoria in terra teutonica e possono accontentarsi di un pareggio, godendo anche della miglior difesa della competizione (un solo gol subito in 5 partite). La formazione russa arriva dal successo casalingo contro i portoghesi, e vogliono cogliere il loro secondo successo esterno in Champions League.

GIRONE D – Ormai cristallizzata la classifica del girone D, che vede il Borussia Dortmund in testa con 12 punti impegnato al Westfallen Stadium contro l’Anderlecht, matematicamente terzo a quota 5. Ai tedeschi può bastare un pareggio per confermare la leadership ai danni dell’Arsenal, secondo a quota 10 punti, con cui il doppio confronto ha prodotto due 2-0 per la squadra in casa. Gli inglesi accolgono all’Emirates i turchi del Galatasaray, ultimi con un solo pareggio e quattro ko, con la consapevolezza di dover fare una goleada per poter imporsi come migliore del gruppo qualora i tedeschi dovessero imprimere il segno X sulla loro partita. Difficile ma non impossibile, dato che la squadra belga è stata in grado di rimontare i londinesi dal 3-0 solo un mese fa.

Ultimo atto della prima parte della Champions League in serata: per chi vuole continuare a sentire la musichetta della competizione europea più importante l’imperativo è vincere.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *