Connect with us

Football

Pagelle Inter-Udinese 1-2: nerazzurri vergognosi, friulani double face

Pubblicato

|

Inter-Udinese 1-2

L’Inter perde incredibilmente la seconda partita consecutiva in campionato, dopo aver dominato per larghi tratti. Il primo tempo è a senso unico, con l’Udinese rintanata in difesa e la squadra di Mancini a produrre una mole spaventosa di gioco. La rete del vantaggio si fa attendere, e dopo la traversa di Kovacic è Icardi a sbloccare la partita in chiusura di tempo. Nella ripresa va in scena un horror per i tifosi interisti. Prima Bruno Fernandes pareggia, poi è Thereau a ribaltare la situazione. Qui emergono tutti i limiti caratteriali dei nerazzurri, incapaci di offrire una minima reazione e nuovamente battuti. Ecco i voti dei protagonisti.

INTER

HANDANOVIC voto 6 – Ormai la situazione è da analista. Ormai prende gol da chiunque, e quando gli avversari non provano nemmeno a segnare sopperiscono i suoi compagni – SINDROME

NAGATOMO voto 4 – Non c’è passaggio che non finisca tra i piedi dei bianconeri, non c’è cross che non finisca sul fondo. Mancini è l’ennesimo allenatore che lo schiera a destra, capirà in fretta almeno lui che il giapponese li non può proprio starci? – BANANA

RANOCCHIA voto 5 – Indossare quella fascia sul braccio non è un vezzo alla Michael Jackson, ma un onore che comporta anche diversi oneri. Uno su tutti, avere il carattere per incitare la squadra, e fungere da esempio – MUTO

JUAN JESUS voto 5,5 – Più impostazione che chiusure, sbroglia un paio di situazioni intricate ma pasticcia in altrettante. Doppia faccia, come un po’ tutti stasera – IMBRANATO

DODO’ voto 4,5 – Chiusure al limite del ridicolo, spinta blanda e con troppi ricami. Qualche colpo di tacco in meno e qualche contrasto in più, allora forse parleremo di un giocatore – FUMOSO (dall’89’ D’AMBROSIO S.V.)

Yuto Nagatomo, terzino dell'Inter

Yuto Nagatomo, terzino dell’Inter

MEDEL voto 6 – Nel primo tempo chiude qualsiasi cosa gli passi a tiro, nella ripresa crolla verticalmente come tutti i suoi compagni, riuscendo a tenersi in piedi con l’agonismo – IRRIDUCIBILE (dall’89’ BONAZZOLI S.V.)

KUZMANOVIC voto 5,5 – Ok la cattiveria, ma il fatto che sia lui il tiratore designato dei calci d’angolo spinge a farsi ben più di una domanda sui mali di questa Inter – TEMPI DURI

GUARIN voto 6 – Meglio su azione che da palla inattiva, è l’unico a tentare qualche sortita anche nel disastrato secondo tempo. Dei cento palloni che mette in mezzo, novantanove sono sbilenchi e uno, servito a Kovacic, sfocia in una traversa. Una media bassina – IMPRECISO

KOVACIC voto 4,5 – Il calo di personalità di questo ragazzo è impressionante. Si mangia un gol per tempo, e perde palloni sanguinosi in parti del campo decisamente delicate. Mancini lo recuperi, o la stagione è già compromessa – DIVORATORE

ICARDI voto 6 – Timbra ancora il cartellino, e quando la squadra fa gioco si offre sempre lanciandosi in profondità. Nei momenti di difficoltà si eclissa, ma il tempo per migliorare sotto questo aspetto c’è – NOTA POSITIVA (dal 67′ OSVALDO voto 5 – Stasera non ne vede una nemmeno col binocolo. Litiga con tutti, pallone compreso – IRRITATO)

PALACIO voto 5 – Si impegna, ma rovina la sua prestazione servendo a Thereau il pallone della vittoria – SCIAGURATO

All. MANCINI voto 5 – Specchiandosi troppo nel bel primo tempo, finisce col comprendere tardi il calo di intensità dei suoi in avvio di ripresa. Cambi tardivi, e con poca logica – DISTRATTO

UDINESE

KARNEZIS voto 6 – Kovacic lo grazia, Icardi lo infila, e nessun altro arriva a bussare alla sua porta. Lui ringrazia, e si gode la rimonta – ESULTANTE

HEURTAUX voto 6,5 – Benissimo in chiusura, meno in fase di impostazione. Questo nella prima frazione, nella ripresa cresce di condizione dominando nella sua zona – FIDUCIA

DANILO voto 6 – Comanda la difesa, senza perdere alcun duello aereo. Sfortunato in fase offensivo, dove va vicino a un paio di deviazioni  vincenti – IMPERIOSO

PIRIS voto 6 – Fa mulinare le gambe a una velocità incredibile, riuscendo a chiudere in situazioni disperate. Meno bene sul piano fisico, dove perde qualche sfida di troppo con Guarin – RAPIDO

WIDMER voto 6,5 – Quando parte in velocità, per Dodò sono dolori. Il brasiliano è  costretto ad abbatterlo in più di un frangente, e dire che il bianconero era anche non al meglio – PIMPANTE

ALLAN voto 6,5 – Anche nella prima frazione è l’unico ad avere un’idea di gioco, senza però essere seguito dai compagni. Esce stremato nel finale, dopo aver rimpolpato parecchio il conta Chilometri – MOTORINO (dall’81’ PINZI voto 6 – Entra a far legna, recuperando palle importanti – UTILE)

BADU voto 7 – Merita il voto per un secondo tempo da mostro di centrocampo. Pressa su tutti, e porta via il pallone a chiunque, cercando anche di inserirsi negli spazi – TUTTO CAMPO

GUILHERME voto 5 – Fuori posizione, viene ingabbiato dalla coppia Medel-Guarin, subendo la fisicità di entrambi. Male anche palla al piede, per non parlare dei tentativi di conclusione – PESSIMO

PASQUALE voto 6 L’Inter domina il primo tempo e passa in vantaggio con Icardi. Nella ripresa gli uomini di Mancini si sciolgono, venendo rimontati da Fernandes e Thereau – Meglio in fase offensiva che in copertura, dove spesso viene saltato. Prestazione comunque di sostanza, facendo valere l’esperienza – PROPOSITIVO

FERNANDES voto 6 – Media tra un primo tempo da 5 e una ripresa da 7 pieno. Rimette in carreggiata l’Udinese, e provoca un altro paio di brividi alla difesa interista – SVEGLIATO

DI NATALE voto 5,5 – Troppo isolato, fa poco per riuscire a essere pungente. Dodò gli regala l’occasione da rete, ma spara su Handanovic da ottima posizione – ABBANDONATO (dal 64′ THEREAU voto 7 – Tutt’altra cosa rispetto al capitano. Da solo riesce a tenere in apprensione tutta la difesa, intuendo anche il passaggio disastroso di Palacio – ISTINTIVO)

All. STRAMACCIONI voto 6,5 – Che rivincita. Riscatta un primo tempo rinunciatario con una ripresa da coltello tra i denti. Cosa abbia detto nell’intervallo ai suoi è un mistero, quello che sappiamo è che ha maledettamente funzionato – DOUBLE FACE

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending