Enrico Cunego
No Comments

Nba, i risultati della notte: Belinelli trascina gli Spurs, infallibili Warriors

Nella notte Nba l'italiano segna 20 punti nella vittoria dei texani, mentre continuano a non fallire Houston, Clippers e Warriors. Colpacci di Magic e 76ers

Nba, i risultati della notte: Belinelli trascina gli Spurs, infallibili Warriors
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
30 punti nella notte per Blake Griffin

30 punti nella notte per Blake Griffin

6 gare giocate nella notte Nba, con Marco Belinelli che splende nel successo dei San Antonio Spurs. Prosegue la marci ad ovest per Houston Rockets, Los Angeles Clippers e Golden State Warriors, mentre gli Orlando Magic sorprendono in casa i Sacramento Kings. Seconda vittoria stagionale per i Philadelphia 76ers, che passano nel supplementare a Detroit

MAMMA MIA! – Un grande Marco Belinelli è il miglior marcatore dei San Antonio Spurs nella serata di Minneapolis, dove i texani regolano i Minnesota Timberwolves 101-123. Fondamentale l’apporto dell’azzurro: 20 punti e 6 assist con 4 triple a referto. E’ il “season-high” per il bolognese, che gioca una super partita fin dalle prime battute. Per i texani è tutto troppo facile e mandano in doppia cifra ben 7 giocatori. Una bella risposta dopo il ko di Brooklyn, mentre ai T’Wolves non basta uno Zach LaVine da 22 punti e 10 assist: troppa la differenza con i campioni in carica. Chi non subisce proprio battute d’arresto è Golden State, alla dodicesima vittoria consecutiva grazie al 102-112 rifilato ai Chicago Bulls. Gara equilibrata che si decide solo nell’ultimo quarto, quando Green (31 punti e 7 triple a referto), Thompson (24 punti e 5 assist) e Curry (19 punti e 7 assist) premono a fondo sull’acceleratore piazzando il parziale decisivo e mandando ko dei Bulls rei di aver perso ben 22 palloni in tutto l’arco del match. I 24 punti di Butler ed i 22 con 20 rimbalzi di Pau Gasol non bastano a salvare la serata. Quarto successo di fila per gli Houston Rockets, che trionfano 100-95 sui Phoenix Suns. Partita dominata dai texani che nel terzo quarto arrivano anche al +20, prima di mollare e lasciare che i Suns tornino a stretto contatto. Con un Harden opaco da 15 punti i protagonisti con Ariza e Beverly autori entrambi di 19 punti. Dall’altra parte Bledsoe ne fa 23, ma complessivamente Phoenix è disastrosa al tiro. Anche i Los Angeles Clippers vanno a gonfie vole: successo consecutivo numero 7 per la squadra di coach Doc Rivers, che non da scampo ai New Orleans Pelicans, sconfitti 120-100. Clippers sempre in comando delle operazioni, con la gara che svolta in un terzo quarto completamento dominato dai californiani, che piazzano un +15 di vantaggio decisivo per la conquista della vittoria. Grandi numeri per Blake Griffin (30 punti, 5 assist e 7 rimbalzi), mentre Chris Paul piazza l’ennesima doppia-doppia stagionale con 18 punti e 16 assist. 21 punti per JJ Redick e 20 per Crawford, dall’altra parte il solo e solito Anthony Davis (26 punti) non può assolutamente bastare.

PICCOLI MA FELICI – Seconda vittoria stagionale per i Philadelphia 76ers, che nel “derby dei poveri” hanno la meglio (101-108) sui disperati Detroit Pistons si un ancora inutilizzato Gigi Datome. Ci vogliono due tempi supplementari per decretare il vincitore di un incontro che va all’over-time grazie alla tripla di Hollis Thompson a 13” dalla fine. Supplementari serratissimi decisi da uno stupendo Michael Carter-Williams, che sfiora la tripla doppia con 20 punti, 15 assist ed 8 rimbalzi. Ottimo anche l’apporto di Covington che mette a referto 25 punti. Per i Pistons, intrappolati in un tunnel buio e senza uscita, i 23 punti con 7 assist ed 8 rimbalzi di Josh Smith non possono essere una consolazione. Colpaccio anche per un’altra squadra che viaggia nei bassifondi della Eastern Conference: gli Orlando Magic. A Sacramento arriva la seconda vittoria consecutiva dopo quella ottenuta a Salt Lake City contro gli Utah Jazz. I Kings, ancora privi di Cousins, cadono a causa di un 9-0 nell’ultimo quarto che regala la vittoria ai Magic, trascinati da uno splendido Tobias Harris da 27 punti e dalle invenzioni di Victor Oladipo (16 punti, 7 assist e 5 rimbalzi). Per i californiani il miglior realizzatore è Collison con 22 punti.

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *