Davide Terraneo
No Comments

Inter, con Mancini si cambia faccia già a gennaio

Campbell o Cerci per il tridente, Lucas Leiva sulla linea mediana, Podolski alternativa di Palacio: la squadra nerazzurra prepara il mercato invernale per il nuovo tecnico

Inter, con Mancini si cambia faccia già a gennaio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Manca ancora un mese, ma il mercato di gennaio è già sulla bocca di molti tifosi. La squadra da cui si attende il miglior salto di qualità è senza dubbio l’Inter, che chiamando Mancini sulla panchina occupata da Mazzarri ha dato un chiaro segnale di voler investire per il proprio futuro. Vediamo come potrebbe cambiare la squadra nerazzurra nella prossima sessione di mercato.

Inter, con Mancini si cambia faccia già a gennaio

Come cambierà l’Inter a gennaio

SOGNO CERCI – Il tecnico jesino è sempre stato un grande estimatore del 4-2-3-1 e del 4-3-3, come ha mostrato nel suo debutto in questa stagione. L’Inter però è attrezzata per il 3-5-2 del precedente allenatore, e i primi investimenti potrebbero essere fatti proprio per acquistare delle ali che permettano un modulo più offensivo. Ecco che tornano di moda i nomi del “Pocho” Lavezzi e di Alessio Cerci, già accostati nella sessione estiva. Ma se il talento argentino non si muoverà da Parigi a causa dell’ingaggio e del suo valore di mercato, l’ex granata potrebbe lasciare la capitale spagnola, dove non ha mai trovato spazio nell’Atletico. Difficile che i “Colchoneros” venderanno un giocatore su cui hanno puntato poco tempo fa, ma se dovesse concretizzarsi l’interesse per Jovetic l’ala potrebbe approdare a Milano con la formula del prestito con diritto di riscatto, molto gradita a Thohir.

INCOGNITA ATTACCO – Dovesse sfumare la pista Cerci, l’Inter sta lavorando su altri fronti. Con l’Arsenal si parla sia di Campbell sia di Podolski, anche se l’arrivo di quest’ultimo potrebbe non essere subordinato a quello dell’azzurro. Il tedesco è infatti stanco di fare panchina a Londra, e potrebbe approdare a Milano dall’ allenatore che l’ha già cercato ai tempi del Galatasaray. Molto calda anche la pista Konoplyanka, in rotta con il Dnipro. Il trequartista dovrebbe però giungere in estate a parametro zero, anche se un accordo low cost con i rivali in Europa League non è impossibile. Il nome di Manolo Gabbiadini circola nell’ambiente nerazzurro, ma il Napoli è nettamente in vantaggio e difficilmente potrà essere raggiunto.

LUCAS LEIVA – A centrocampo, Mancio non gradisce giocatori come Medel e M’Vilà ed è alla ricerca di un palleggiatore con più tecnica di Kuzmanovic. Il nome giusto sembra essere quello di Lucas Leiva, molto gradito dal tecnico. In difesa Kolarov potrebbe essere il terzino sinistro adatto per la squadra di Thohir, che potrebbe in alternativa virare su Schmelzer, già seguito da Napoli e Juventus. La nuova Inter di Mancini potrebbe dunque presentarsi con un 4-3-3, con D’Ambrosio e Kolarov sulle fasce e la coppia Ranocchia-Juan Jesus al centro. Sulla mediana, Lucas Leiva potrebbe giocare davanti alla difesa, con Kovacic e Kuzmanovic (o uno tra Medel ed Hernanes) a giocare come mezz’ala. Il tridente potrebbe essere Podolski-Cerci-Icardi, o ancora Campbell-Palacio-Osvaldo. Se invece lo schema prescelto dovesse essere il 4-2-3-1, comunque molto plausibile per le caratteristiche della squadra, sulla mediana si piazzerebbero Lucas Leiva e Kovacic, con Hernanes, Cerci e Palacio (o Campbell) sulla trequarti alle spalle dell’unica punta, Icardi o Osvaldo. Solo fantamercato in questo momento, e a dicembre non potrebbe essere altrimenti. Tra poco più di un mese inizierà a delinearsi la nuova Inter di Mancini. E allora non ci saranno più alibi.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *