Connect with us

Basket

Nba, il quintetto della notte: immenso Irving, duello Curry-Davis

Pubblicato

|

Irving nel quintetto ideale della notte Nba
19 punti ed 11 assist per Steph Curry

19 punti ed 11 assist per Steph Curry

Consueto appuntamento con i migliori 5 giocatori della notte Nba, in cui si sono giocate 3 gare. Premiamo Anthony Davis, Damien Lillard, LaMarcus Aldridge, Steph Curry e Kyrie Irving.

Anthony Davis (30-3-15): ok New Orleans perde con 27 punti di svantaggio rispetto a Golden State, ma nella sfida con l’altro possibile MVP della stagione Steph Curry il numero 1 al draft del 2012 gioca comunque una prestazione impeccabile. Dodicesima doppia-doppia della stagione con un impeccabile 14/19 al tiro, un’eterna minaccia al canestro dei Warriors e la solita imponente presenza sul parquet di gioco. Dopo la differenza tra GS e NO è troppo grande e nemmeno lui può contenerla più di tanto

Steph Curry (19-11-3): occupiamoci ora dell’altro protagonista della sfida giocata all’Oracle Arena. Come al solito il basket del prodotto di Davidson è celestiale ed alcuni suoi assist sono un vero e proprio piacere per gli occhi. Giocate che esaltano il pubblico del palazzetto californiano e che galvanizzano i  compagni, i quali si lascinao guidare dalla leadership e della classe del numero 30, che ormai si avvia, e forse lo ha già fatto, a diventare una delle superstar di questa lega

Damian Lillard (23-3-8): da Golden State rimaniamo nella West Coast spostandoci più a nord, a Portland. Nella città più importante ddell’Oregon brilla la coppia Lillard-Aldridge, che anche contro Indiana toglie dai guai i Trail Blazers. Il primo compare sempre nei momenti decisivi della gara, come nel parziale di 11-0 fatto registrare nell’ultimo quarto e che consegna il successo a Portland. Canestri e giocate fondamentali che portano quasi sempre soddisfazioni in casa Blazers

LaMarcus Aldridge (18-3-13): passiamo all’altro componente della “terribile coppia”. Aldridge è una continua minaccia sotto canestro per i Pacers e con 18 punti contribuisce in maniera rilevante al successo di Portland, che alla fine non può fare a meno del suo sempre sostanzioso contributo. La coppia Lillard-Aldridge si dimostra ancora una volta una delle più scoppiettanti del panorama Nba, e a Portland sperano di migliorare ancora la pur soddisfacente scorsa stagione

Kyrie Irving (37-2-3): ed eccoci al vero MVP della serata, colui che permette ai Cleveland Cavaliers di vincere una partita veramente complicata e piena di errori contro i New York Knicks. “Uncle Drew” si dimostra assolutamente incontenibile. 12/18 dal campo, l’unico probabilmente estremamente lucido per tutto l’arco della gara ed assoluto trascinatore di Cleveland, in uno stato di vera e propria risalita ma ancora carente sul piano dl gioco. LeBron poi si sveglia negli ultimi 2 quarti offrendogli un fondamentale aiuto e lui pone la ciliegina sulla torta con il canestro decisivo: quello dell’87-90 a 10″ dalla fine. A Cleveland hanno LeBron, ma anche l’altro non è male.

Enrico Cunego

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending