Enrico Cunego
No Comments

Nba, il quintetto della notte: immenso Irving, duello Curry-Davis

Nella notte Nba brillano 5 giocatori del calibro di Anthony Davis, Damien Lillard, Steph Curry, Kyrie Irving e LaMarcus Aldridge

Nba, il quintetto della notte: immenso Irving, duello Curry-Davis
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
19 punti ed 11 assist per Steph Curry

19 punti ed 11 assist per Steph Curry

Consueto appuntamento con i migliori 5 giocatori della notte Nba, in cui si sono giocate 3 gare. Premiamo Anthony Davis, Damien Lillard, LaMarcus Aldridge, Steph Curry e Kyrie Irving.

Anthony Davis (30-3-15): ok New Orleans perde con 27 punti di svantaggio rispetto a Golden State, ma nella sfida con l’altro possibile MVP della stagione Steph Curry il numero 1 al draft del 2012 gioca comunque una prestazione impeccabile. Dodicesima doppia-doppia della stagione con un impeccabile 14/19 al tiro, un’eterna minaccia al canestro dei Warriors e la solita imponente presenza sul parquet di gioco. Dopo la differenza tra GS e NO è troppo grande e nemmeno lui può contenerla più di tanto

Steph Curry (19-11-3): occupiamoci ora dell’altro protagonista della sfida giocata all’Oracle Arena. Come al solito il basket del prodotto di Davidson è celestiale ed alcuni suoi assist sono un vero e proprio piacere per gli occhi. Giocate che esaltano il pubblico del palazzetto californiano e che galvanizzano i  compagni, i quali si lascinao guidare dalla leadership e della classe del numero 30, che ormai si avvia, e forse lo ha già fatto, a diventare una delle superstar di questa lega

Damian Lillard (23-3-8): da Golden State rimaniamo nella West Coast spostandoci più a nord, a Portland. Nella città più importante ddell’Oregon brilla la coppia Lillard-Aldridge, che anche contro Indiana toglie dai guai i Trail Blazers. Il primo compare sempre nei momenti decisivi della gara, come nel parziale di 11-0 fatto registrare nell’ultimo quarto e che consegna il successo a Portland. Canestri e giocate fondamentali che portano quasi sempre soddisfazioni in casa Blazers

LaMarcus Aldridge (18-3-13): passiamo all’altro componente della “terribile coppia”. Aldridge è una continua minaccia sotto canestro per i Pacers e con 18 punti contribuisce in maniera rilevante al successo di Portland, che alla fine non può fare a meno del suo sempre sostanzioso contributo. La coppia Lillard-Aldridge si dimostra ancora una volta una delle più scoppiettanti del panorama Nba, e a Portland sperano di migliorare ancora la pur soddisfacente scorsa stagione

Kyrie Irving (37-2-3): ed eccoci al vero MVP della serata, colui che permette ai Cleveland Cavaliers di vincere una partita veramente complicata e piena di errori contro i New York Knicks. “Uncle Drew” si dimostra assolutamente incontenibile. 12/18 dal campo, l’unico probabilmente estremamente lucido per tutto l’arco della gara ed assoluto trascinatore di Cleveland, in uno stato di vera e propria risalita ma ancora carente sul piano dl gioco. LeBron poi si sveglia negli ultimi 2 quarti offrendogli un fondamentale aiuto e lui pone la ciliegina sulla torta con il canestro decisivo: quello dell’87-90 a 10″ dalla fine. A Cleveland hanno LeBron, ma anche l’altro non è male.

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *