Giuseppe Landi
No Comments

Pallone d’oro, corsa a tre: ecco perchè deve vincere Ronaldo

Numeri da capogiro per l'asso portoghese. Possibile ci siano ancora dei dubbi su chi vincerà il Pallone d'oro?

Pallone d’oro, corsa a tre: ecco perchè deve vincere Ronaldo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ci siamo, poco più di un mese e conosceremo il calciatore più forte del 2014. Cristiano Ronaldo, Messi e Neuer i tre finalisti nella corsa al Pallone d’Oro. Nell’eterno duello CR7-Messi un terzo incomodo, quel portierone che ha contribuito a portare la Germania sul tetto del mondo, avendo ora la possibilità di conquistare il trofeo di miglior giocatore in assoluto; un estremo difensore per la seconda volta, dopo Lev Jašin nel lontano 1963? No, tutto questo non accadrà.

cristiano ronaldo scarpa d'oro

Cristiano Ronaldo con la Scarpa d’Oro

NUMERI DA LEGGENDA – Si, perchè il più forte resta lui, Cristiano Ronaldo. Numeri da brividi per il portoghese, destinato ad essere considerato come uno dei migliori giocatori della storia del calcio, forse soltanto inferiore ad un certo Diego Armando Maradona. Con la maglia del Real Madrid 47 presenze nella scorsa stagione, condite da 51 reti e 19 assist. E’ lui ad aver portato nuovamente sul tetto d’Europa i blancos, a distanza di 12 anni dall’ultima volta. L’incubo decima, grazie a lui, non esiste più. Champions che si aggiunge, alla Copa del Rey e alla Supercoppa europea conquistata nel derby tutto spagnolo contro il Siviglia: indovinate un pò chi è stato l’uomo decisivo? Sì, proprio lui, doppietta e tanti saluti a Bacca e compagni. Al Mondiale in Brasile soltanto un gol, contro il Ghana, ma giocando per il Portogallo cerca di tirare fuori il meglio di sè, purtroppo per i miracoli non è ancora attrezzato. Forse, l’unica “pecca” di una carriera da campione assoluto.

THE ONE MAN SHOW – Il terzo Pallone d’Oro insomma, è pronto ad essere esposto sulla propria bacheca. Nel frattempo CR7 ha conquistato il settimo podio, di cui tre consecutivi. Quattro secondi posti (2007-2009-2011-2012), e due vittorie (2008-2013). In questa stagione già un altro record agguantato, quello di Raúl con 71 centri in Champions League, anche se il rivale storico del Barça ha fatto meglio con 74. 26 gol in 20 partite, addirittura una media reti (1,3) superiore a quella dello scorso anno (1,08). Messi sarà ancora una volta costretto ad abdicare, perchè il sovrano resterà sul suo trono. “Niente Pallone d’Oro? Allora vincerò il Mondiale” aveva dichiarato la Pulga lo scorso anno. Ci è andato vicino, perdendo la finalissima (Ahi che sfiga!). La Coppa America è alle porte, un’altra simile dichiarazione alla cerimonia di gennaio 2015 potrebbe far imbufalire il ‘Tata’ Martino. Attenzione caro Leo, dicono sia molto pericoloso.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *