Enrico Cunego
No Comments

Nba, il quintetto della notte: solito Wall, show di JJ Redick

Consueto appuntamento con il quintetto della nostra Nba. Questa volta premiamo Aron Baynes, John Wall, JJ Redick, Blake Griffin e Ty Lawson

Nba, il quintetto della notte: solito Wall, show di JJ Redick
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Rieccoci con la nostra rubrica dedicata ai 5 giocatori che più si sono distinti nella notte Nba. Premiamo Aron Baynes dei San Antonio Spurs, Blake Griffin e JJ Redick dei Los Angeles Clippers, Ty Lawson dei Denver Nuggets e John Wall dei Washington Wizards

John Wall (18-13-5): la stella dei Washington Wizards da spettacolo e trascina i suoi nella vittoria contro i Miami Heat, dispensando come sempre assist a raffica e segnando canestri di pregevole fattura. La resistenza degli Heat dura poco, lui cementifica il dominio di Washington, che porta a casa una vittoria che le permette di continuare a volare alto nella Eastern Conference

JJ Redick (23-2-1): eccellente gara della guardia tiratrice dei Clippers contro i Minnesota Timberwolves. 23 punti con 7/11 al tiro e 4/5 da 3 punti, cifre di tutto rispetto ma soprattutto dall’enorme peso sul match, che si decide anche per i suoi canestri. Esaltante il gioco da 4 punti con cui nell’ultimo quarto chiude praticamente di fatto ogni possibile speranza di rimonta degli avversari

Spettacolari schiacciate per Blake Griffin contro Minnesota

Spettacolari schiacciate per Blake Griffin contro Minnesota

Blake Griffin (23-3-8): rimaniamo in casa Clippers per sottolineare un’altra ottima prova: quella della prima scelta al draft 2009. Griffin delizia il pubblico dello Staples Center con quello che è il suo marco di fabbrica: le schiacciate. Gesti tecnici spettacolari ed estremamente utili alla causa, in quanto i Clippers anche grazie al suo contributo riescono a spiccare il volo su Minnesota

Ty Lawson (15-12-4): non si vuol esagerare, ma bisogna ammettere che il prodotto di North Carolina è l’anima dei Denver Nuggets. Anche contro gli Utah Jazz è lui a guidare i suoi on l’ennesima doppia-doppia stagionale. Infallibile assist-man, deve solo migliorare la percentuale al tiro, per il resto è il solito giocatore decisivo per la franchigia di Danilo Gallinari

Aron Baynes (15-0-9): per concludere, vogliamo premiare un protagonista minore dei San Antonio Spurs, il quale sta sempre trovando più spazio in questa stagione. Il centro australiano parte titolare contro i 76ers e non delude le aspettative di Popovich dispensando pallacanestro d’alta scuola e fornendo un’ottima prestazione nei primi due quarti, quelli che bastano ai texani per considerare già vinta la gara

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *