Gianpiero Farina

Pagelle Chievo-Lazio 0-0: poche emozioni al Bentegodi, ma Bizzarri è super

Pagelle Chievo-Lazio 0-0: poche emozioni al Bentegodi, ma Bizzarri è super
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Pareggio a reti bianche tra clivensi e biancocelesti che si accendono a sprazzi ma Bizzarri para tutto

Finisce o-o l‘anticipo serale tra Chievo e Lazio. Difficili i voti nelle pagelle per una partita così noiosa e bruttina. Comunque per la squadra di Maran un punto importante che porta a quattro la striscia di risultati positivi. Ci si aspettava di più invece dalla squadra di Pioli che doveva reagire dopo due sconfitte consecutive. I biancocelesti, pur non giocando con continuità nell’arco dei 90 minuti, hanno avuto delle buone occasioni ma stasera Bizzarri è apparso davvero insuperabile. Ecco le pagelle della sfida:

PAGELLE CHIEVO :

Bizzarri 7,5: il migliore in campo. Para tutto il parabile. Buon intervento nel primo tempo sulla sassata di Candreva. Bene anche sul tentativo di Mauri nella ripresa ma sul colpo di testa di De Vrij all’ 89′ compie un vero e proprio miracolo che salva il risultato.

Frey 6,5: nel primo tempo gioca molto alto e sempre più un ala che un terzino e va vicino con un tiro da fuori area. Vince il duello con Braafheid.

Gamberini 6,5: se la Lazio non sfonda per vie centrali il merito è soprattutto il suo.

Cesar 6: meno bene del compagno di reparto. Duella con Djordjevic e spesso usa le cattive rimediando un cartellino giallo.

Zukanovic 6: Candreva è un brutto cliente per tutti ma riesce comunque a limitare i danni.

Izco 6,5: partita di quantità e qualità. Va vicino al gol nella ripresa.

Radovanovic 6: rimane un pò facendo moltissimo lavoro sporco.

Hetemaj 6: è da lui che partono le azioni più importanti del Chievo ma gli manca il guizzo vero e proprio.

Birsa 5,5: il peggiore del centrocampo clivense. Non incide mai. Forse doveva essere sostituito prima (dal 36′ s.t. Bellomo s.v.).

Paloschi 5: cerca più volte la porta della Lazio senza trovarla mai (dal 38 s.t. Maxi Lopez s.v.).

Meggiorini 5,5: rispetto al compagno di reparto ci mette più voglia e generosità ma anche non lascia il segno sul match (dal 23′ s.t. Pellissier 5,5: corre ancora come un giovanotto ma non gli arriva mai un pallone buono).

La Lazio non va oltre lo 0-0 contro il Chievo

La Lazio non va oltre lo 0-0 contro il Chievo

PAGELLE LAZIO:

Marchetti 6: Il Chievo non tira praticamente mai in porta quindi il 6 nelle pagelle è l’unico voto possibile.

Basta 5,5: un passo in avanti rispetto alla prestazione con la Juventus ma il terzino serbo non è al 100%.

De Vrij 6,5: è il punto di riferimento della difesa laziale. Puntuale nelle chiusure ed elegante nella ripartenze. Nel finale solo un super Bizzarri gli nega la gioia del gol della vittoria.

Radu 6,5: esperimento da centrale riuscito. Partita senza sbavature per il rumeno. Probabilmente De Vrij ha trovato finalmente il suo partner.

Braafheid 5: involuzione rispetto alle prime giornate per il terzino olandese. Insicuro indifesa e confusionario in fase offensiva dove prova anche un colpo di tacco guadagnandosi una sfuriata di Pioli.

Gonzalez 5,5: è alla prima da titolare quest’anno e si vede che non è al massimo della condizione. Ma ci mette la solita grinta anche se è quasi sempre costretto a rincorrere. E’ cmq dai suoi piedi che parte il cross per la clamorosa occasione di De Vrij.

Biglia 5: prova opaca per il regista della nazionale argentina. E se si spegne lui si spegne anche la Lazio.

Parolo 6: bravissimo negli inserimenti. Avrebbe avuto un voto più alto nelle pagelle se però fosse riuscito a concretizzare le occasioni che li sono capitate tra i piedi.

Candreva 6: come sempre le azioni più importanti della Lazio partono dai suoi piedi. Ma è meno brillante ed incisivo del solito. Infatti Pioli decide di toglierlo (dal 16′ s.t. Felipe Anderson 5.5: corre tanto e si impegna ma non riesce a lasciare il timbro alla partita).

Djordjevic 5,5: lotta su ogni pallone ma non riesce a trovare mai la porta (dal 37′ s.t. Klose s.v.).

Maurti 5,5: non una grande prestazione per il centrocampista brianzolo che però partecipa alla più bella azione della partita che porta al tiro al volo di Parolo fuori di poco nel primo tempo (dal 29’s.t. Keita 6: voto sufficiente nelle pagelle nonostante i pochi minuti a disposizione. Dà brio ad una manovra statica con un paio di spunti ed accelerazioni. Meriterebbe più spazio).

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *