Simone Viscardi
No Comments

Nba, il quintetto della notte: Okc rinasce con Thunder Westbrook

Russell è un tornado, e Okc torna al successo. Insieme a lui nel quintetto della notte Nba qualche conferma e una splendida novità

Nba, il quintetto della notte: Okc rinasce con Thunder Westbrook
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La bella notizia della serata Nba è il ritorno di Russell Westbrook, capace fin da subito di trascinare alla vittoria Okc e, di riflesso, di rientrare nel quintetto della notte. Insieme a lui qualche gradita conferma, e un paio di novità che faranno parlare molto di sè. Scopriamole insieme.

RUSSELL WESTBROOK (THUNDER) – Il ragazzo pare essere tornato. Westbrook ha scalpitato in infermeria vedendo i suoi compagni affondare lentamente, e alla prima occasione utile si è scatenato tenendo fede al nome scritto sul petto della propria divisa. Come un tornado il buon Russell si è abbattuto sui New York Knicks, riportando in carreggiata i suoi e ridando entusiasmo a tutto l’ambiente di Okc. Sono 32 i punti, con 8 assist e 7 rimbalzi. Quando tornerà anche Durant ne vedremo delle bellissime, ma con un Westbrook così le cose potrebbero tornare presto alla normalità in Oklahoma.

Zach Randolph, Nba SportCafe24

Zach Randolph, Nba SportCafe24

ZACH LAVINE (TIMBERWOLVES) – Alla faccia del Rookie. Il giovane uscito da UCLA distrugge letteralmente proprio i losangelini Lakers, traditi nel finale da Kobe. Il classe ’95 ne mette 28 con 11/14 dal campo, in faccia a uno dei propri idoli di sempre. Minnesota zoppica nel post Love, ma se LaVine inizia a ingranare da quelle parti qualcosa di buono può rifiorire. Sicuramente più che a L.A.

MONTA ELLIS (MAVERICKS) – Scontro al vertice tra Dallas e Toronto, e a spuntarla sono i texani, grazie soprattutto alla serata monstre del Mississippi Bullet. L’ex Milwaukee Bucks ne mette a referto 30 tondi tondi, impreziositi anche da qualche assist di qualità. Ellis domina sul parquet, rendendo vana la comunque buona prestazione dei canadesi, al terzo ko stagionale. L’esperienza ha fatto la differenza questa notte, e se dovesse essere la discriminante anche quando la situazione sarà più interessante, i Mavs potranno dire la loro.

ZACH RANDOLPH (GRIZZLIES) – Verissimo, Gasol e Gay infilano con più continuità la retina, però è anche grazie alla straordinaria sostanza di questo ragazzone sotto canestro che Memphis può celebrare la splendida vittoria sui Portland Trail Blazers. Una doppia doppia da protagonista, con 13 punti e 14 rimbalzi, e la conquista della personalissima sfida tra colossi con LaMarcus Aldridge.

JEFF TEAGUE (HAWKS) – L’uomo da Atlanta sta cominciando a prendere gusto con questa graduatoria. Ancora in classifica, grazie ai 26 punti (con 7 assist) che consentono ai suoi di vincere contro i New Orleans Pelicans di un appannato Anthony Davis.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *