Gianpiero Farina
No Comments

Marin, l’arma in più di Montella

Il calciatore tedesco ieri è andato a segno nella sfida contro il Guingamp sbloccandosi definitivamente. E ora il tecnico della Fiorentina ha una freccia in più al suo arco

Marin, l’arma in più di Montella
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sesto minuto di Guingamp-Fiorentina: Aquilani finta il tiro e passa a Marko Marin che la butta dentro. Una vera è proprio liberazione per il genietto tedesco cllasse ’89. Il gol più rapido nella storia della Fiorentina in Europa League ma che ha soprattutto un grande significato per il trequartista della Viola, reduce da numerosi problemi fisici.

Marin, festeggiato dai compagni dopo il gol

Marin, festeggiato dai compagni dopo il gol

BRUTTO INIZIO – Un infortunio ad inizio stagione lo ha tenuto lontano dai campi. Dodici giornate in campionato e zero presenze per Marko Marin che iniziava a diventare l’oggetto misterioso di casa Fiorentina. Arrivato in estate dal Chelsea con la formula del prestito con diritto di riscatto, c’erano grandi aspettative su di lui.. La stagione passata al Siviglia, dopo una buonissima partenza, era stato vittima di numerosi infortuni finendo relegato in panchina.Ed ecco perchè il ritorno ai Blues. La Fiorentina quest’estate ha creduto in lui e nelle sue qualità. L’ha aspettato dopo i problemi fisici iniziali ed ora Marko Marin e pronto a stupire e a ripagare della fiducia riposta in lui.

IL RITORNO – Chissà in quanti dopo l’infortunio e dopo le zero presente in 12 partite hanno parlato di bidone, di ennesimo acquisto sbagliato, di un altro buon giocatore troppo fragile fisicamente. Ma Marin ha lavorato sodo, si è allenato bene e ieri si è preso la sua rivincita. Montella crede molto in lui. Queste le sue parole nel post partita: “Marin è  un calciatore di grande qualità, penso che possa fare di più di quello che ho visto oggi.  Può migliorare nella condizione ma stasera ha avuto un buon approccio. In attacco lui è adatto alle nostre caratteristiche di gioco. Lo vedo meglio come seconda punta piuttosto che come esterno nel 4-3-3“. Il tecnico viola quindi è felice di avere in più e di poter anche variare l’assetto disponendosi magari a due punte. Marin-Babacar, già decisivi nella sfida di Europa League con il Guingamp, potrebbe essere la nuova coppia gol della Fiorentina. Senza ovviamente dimenticarsi di Mario Gomez. Un attacco dalla grande potenzialità per un Fiorentina che vuole tornare a volare anche in campionato. E che da ieri al suo arco ha un Marin in più.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *