Simone Viscardi
No Comments

Pagelle Inter-Dnipro 2-1: Andrea torna Ranocchia, Handa è un X-Men

L'Inter ottiene vittoria e qualificazione ai sedicesimi di Europa League, grazie a una rimonta firmata Kuzmanovic e Osvaldo. Ranocchia espulso, Handanovic para un rigore

Pagelle Inter-Dnipro 2-1: Andrea torna Ranocchia, Handa è un X-Men
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’Inter strappa vittoria e qualificazione contro un Dnipro combattivo e incredulo per il risultato. A fare la partita sono quasi sempre gli ucraini, che dopo essere passati in vantaggio con Rotan sprecano l’occasionissima del Ko con Konoplyanka, che si fa respingere da Handanovic il rigore del 2  a 0. Scampato il pericolo i nerazzurri rimontano. Prima segna Kuzmanovic, poi, con la squadra ridotta in 10 dall’espulsione di Ranocchia, è Osvaldo a regalare i 3 punti al neo 50enne Mancini. Per l’Inter il successo spalanca le porte dei sedicesimi di finale, mentre il Dnipro dovrà sudarsi la qualificazione contro il St. Etienne. Ecco i voti dei protagonisti:

INTER

HANDANOVIC voto 7 – Sesto rigore parato consecutivamente. Ormai il buon Samir sfiora i limiti del sovrannaturale, facendosi così perdonare la piccola incertezza in occasione del vantaggio ospite. Del resto, anche gli X-Men per definizione sono uomini – SUPEREROE

NAGATOMO voto 6 – Voto di stima. La stagione del giapponese è un calvario di infortuni, e questa sera tocca alla spalla fargli finire anzitempo il match – MALEDIZIONE (dal 37′ CAMPAGNARO voto 6 – Dirottato sulla destra segue le tracce dei funamboli avversari, opponendosi con esperienza – SPECIALISTA)

RANOCCHIA voto 4,5 – Meriterebbe il secondo giallo già nel primo tempo, ma l’arbitro lo grazia. Non ha la stessa fortuna ad inizio ripresa, quando pensa bene di abbattere Rotan e costringere i suoi a 45 minuti di sofferenza. Troppe belle parole? – GAMBERO

Samir Handanovic, portiere dell'Inter, gran protagonista della serata di San Siro

Samir Handanovic, portiere dell’Inter, gran protagonista della serata di San Siro

JUAN JESUS voto 5 – Se questa è la cerniera difensiva, il Mancio con tutta probabilità ributterà nella mischia Vidic già con la Roma. Lento, impacciato e autore di buchi clamorosi. Da rivedere – RIMANDATO

DODO’ voto 6 – Predilige troppo spesso il possesso palla, specchiandosi nel suo tocco elegante. Mostra però anche miglioramenti nella diligenza tattica, specie in fase di copertura, dove si rende protagonista di  qualche chiusura tempestiva – DORIAN GRAY

MEDEL voto 6,5 – Il suo spirito da combattente difficilmente uscirà dal giro dei titolari anche col nuovo tecnico. Lotta e rincorre, rimpiazza e tampona, aiutando i compagni in difficoltà – EMERGENCY

GUARIN voto 6 – Come passare in pochi mesi da separato in casa a capitano di riserva. Il Guaro pecca ancora di discontinuità, ma ci sta mettendo un impegno raramente ammirato nei suoi ultimi mesi in nerazzurro – VOLENTEROSO

HERNANES voto 5,5 – Non lo vedi per larghi tratti, poi all’improvviso mette in porta Osvaldo con un tocco che è un inno alla poesia del calcio. Abbastanza per vincere stasera, non ancora per prendersi definitivamente in mano l’Inter – INTERMITTENTE (dal 61′ OBI voto 6 – Niente di eccezionale, ma è l’undicesima partita che gioca senza farsi male, e di per se è già un record – ALIVE)

KUZMANOVIC voto 6,5 – Il gol è il giusto premio per un ragazzo troppo spesso criticato a prescindere. Il serbo non ha mai mollato, nemmeno quando ormai sembrava scontata la cessione, e piano piano si sta ritagliando uno spazio in questa Inter – INCORONATO

ICARDI voto 5 – Copre molto l’esterno d’attacco, ma per uno che dovrebbe piantonare in area di rigore il risultato è quello di vedere il tipico pesce fuor d’acqua. La convivenza con Osvaldo non sarà semplice, ma solo il tempo ci dirà l’esito dell’esperimento – ANNASPANTE (dal 55′ ANDREOLLI voto 6 – L’Europa League è la sua casa, anche da subentrante. Dirige bene la retroguardia, meglio del suo avventato capitano – ESPERTO)

OSVALDO voto 6,5 – Segna la rete del successo in inferiorità numerica, e passa il resto della ripresa a dare un punto di sfogo per i compagni dal pressing avversario. La forma sta tornando, sarà dura lasciarlo fuori – GLADIATORE

All. MANCINI voto 6 – In panca (causa squalifica) c’è Nuciari, ma il voto va comunque a un mister che in 2 settimane sembra aver ridato perlomeno carattere a una squadra spenta. La rimonta di stasera è figlia della volontà più che del gioco, ma i presupposti per migliorare ci sono tutti. Intanto, può spegnere le candeline con un sorriso – AUGURI

DNIPRO –  Boyko 6; Fedetskiy 5 (dal 70′ Matheus 6), Mazuch 6 (dall’82’ Seleznyov S.V.), Douglas 6, Vlad 6,5; Kravchenko 6 (dal 73′ Bruno Gama 6), Cheberyachko 6,; Luchkevych 5,5, Rotan 6,5 , Konoplyanka 6; Kalinic 5,5. All.: Markevych 6.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *