Simone Viscardi
No Comments

Nba, il quintetto della notte: continua il regno degli Splash Brothers

Golden State si prende la scena nella notte Nba, e i suoi migliori uomini sono di diritto eletti nel quintetto dei sogni

Nba, il quintetto della notte: continua il regno degli Splash Brothers
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il protagonista della notte Nba non può che essere Steph Curry, fantastico nel guidare all’ennesima vittoria stagionale i Golden State Warriors. Curry non è l’unico guerriero della lista, in un quintetto che conta potenza, ottimi numeri e grande talento. Scopriamolo insieme.

STEPHEN CURRY (WARRIORS) – Semplicemente meraviglioso. Al di la dei 40 punti, oltre l’ennesima vittoria dei californiani, il dato che più di ogni altro fa capire la situazione psicofisica straripante di questo ragazzo sono le 8 triple mandate a segno su 11 tiri. Fenomeno di una squadra che legittimamente sogna, anche perchè intorno il collettivo sta crescendo alla grande (come vedremo tra poco).  Anche i Miami Heat si devono inchinare di fronte agli uomini di Kerr, e la sensazione è che non saranno gli ultimi.

KLAY THOMPSON (WARRIORS) – L’altro “fratello” degli Splash Brother regge alla grande il ruolo di secondo violino di una squadra sempre più bella da vedere. Si, perchè se questi due riescono a piazzare 64 punti in coppia ogni notte, lo spettacolo all’ombra del Golden Gate non potrà che aumentare di notte in notte.

Ty Lawson, Denver Nuggets.

Ty Lawson, Denver Nuggets.

CHRIS BOSH (HEAT) – Senza Wade, tocca a lui prendere per mano una Miami in netto calo di entusiasmo. Il post LeBron era iniziato bene, ma col passare delle settimane il rendimento sta subendo un calo più che preoccupante. In ogni caso il numero 1 sta cercando di tenere alto l’onore di una squadra che fino a qualche mese fa era temuta da tutti quelli che non indossavano divise neroargento. Anche in questo caso, però, i 26 punti non sono bastati. Provaci ancora Chris.

TY LAWSON (DENVER) – Il collettivo. Questo era l’unico ingrediente capace di risollevare morale e classifica dei Nuggets. Ben 6 i giocatori in doppia cifra nella notte del successo su Chicago (mica niente), e a spiccare è il buon Ty, con 20 punti e 12 assist da leader della squadra (dove si rivede anche il nostro Gallo). La strada intrapresa sembra essere quella giusta, ma solo le prossime settimane ci diranno se si tratta di vera guarigione.

JEFF TEAGUE (ATLANTA) – Per avere la meglio di Washington e di un John Wall in doppia cifra serviva una grandissima partita dei big degli Hawks. E quando si tratta di big, a salire in cattedra non può che essere Teague, autore di 28 punti e trascinatore della coppia Scott-Millsap, capaci di far volare i falchi molto alti sui cieli della capitale.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *