Marco Tringali
No Comments

Top&Flop Serie A Beko: Brooks, prestazione regale. Pozzecco, così non va!

L'asso americano di Milano prende per mano la squadra di Banchi e mette a referto 37 punti nella notte del derby. Il tecnico varesino abbandona il parquet in preda all'isteria.

Top&Flop Serie A Beko: Brooks, prestazione regale. Pozzecco, così non va!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La 7a giornata di Serie A Beko conferma il predominio delle tre regine di questa prima fase di stagione, che vincono, come da pronostico, nei rispettivi impegni casalinghi. Sassari soffre più del previsto in casa contro un coriaceo Avellino, mentre Reggio Emilia e Venezia liquidano Roma e Pistoia con qualche patema di troppo.  Successo, nel pirotecnico derby lombardo, per Milano che supera Varese in un finale concitato targato Marshon Brooks, autentico mattatore sul parquet varesino. Caserta esce sconfitto all’overtime contro Cantù e adesso è sempre più solo nel baratro della classifica in Serie A Beko.

TOP PLAYERS 7.a GIORNATA:

MARSHON BROOKS (Ea Milano): Una serata magica da 37 punti, con il 50% dall’arco, 7 rimbalzi e 3 assist per l’asso americano, ormai entrato nel cuore dei meccanismi di gioco della squadra di Banchi. Regala un terzo quarto da urlo con 16 punti  e  4/5 dalla lunga distanza, con i quali Milano contiene il ritorno di Varese e prende per mano nel finale i meneghini nel concitato finale, guidandoli verso il successo.

DAVIDE PASCOLO (Trento): Un gigante sotto canestro capace di catturare 12 rimbalzi e mettere a referto 26 punti. Insieme a Josh Owens (23 punti, 11 rimbalzi)che merita una menzione speciale per la prestazione sopra le righe, annichilisce Cremona e contribuisce in modo deciso al ruolo di rivelazione della serie A1 che Trento sta meritando in questo primo scorcio di stagione.

LAQUINTON ROSS (Pesaro): Accusato dai suoi detrattori di essere un talento fine a se stesso per l’eccessivo egoismo, il fuoriclasse americano, che aveva trascorso la notte precedente in caserma con l’accusa di stupro, ha il merito di realizzare con una virtuosa acrobazia il canestro che regala il successo alla propria squadra a 1” dalla sirena. L’egoismo di Laquinton, questa volta è valso il prezzo del biglietto e due punti in più in classifica.

Gianmarco Pozzecco, flop di giornata.

Gianmarco Pozzecco, flop di giornata.

FLOP PLAYERS 7.a GIORNATA:

LANDON MILBOURNE (Pistoia): Spara a salve per tutto l’incontro chiudendo la gara con la misera percentuale del 12% al tiro (1/8) dal pitturato, ma soprattutto fallisce la palla del possibile overtime al suono della sirena. In una serata da dimenticare, è incomprensibile la scelta del tecnico Moretti di tenerlo in campo per 34’ di assoluto vuoto totale.

GIANMARCO POZZECCO (Coach Varese): Gianmarco, ma cosa ci combini? Contesti l’arbitraggio come un ultrà, urli al complotto, inciti il pubblico alla ribellione, ti denudi in campo e in preda al delirio vieni accompagnato ad uscire dal campo come uno psicolabile prossimo ad un tso. Non sei più un giocatore sbarbino, adesso sei un allenatore, una figura di riferimento per i tuoi giocatori e per i tifosi. Se non maturi adesso, allora quando ?

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *