Andrea Bonfantini
No Comments

Borussia Dortmund frenato dalla maledizione infortuni

Il Borussia Dortmund arranca in Bundesliga falcidiato dagli infortuni, ultimo quello della stella Marco Reus che starà fuori almeno 3 mesi

Borussia Dortmund frenato dalla maledizione infortuni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Quella macchina perfetta chiamata Borussia Dortmund, solo due anni fa finalista di Champions League, si è inceppata e i continui infortuni stanno segnando il percorso vincente intrapreso sotto la gestione Klopp. Già qualificati per gli ottavi della massima competizione europea, i gialloneri della Ruhr faticano tremendamente in Bundesliga dove occupano al momento la 16esima posizione con 11 punti in 12 partite.

La sfortuna perseguita Marco Reus e il Borussia Dortmund

La sfortuna perseguita Marco Reus e il Borussia Dortmund

MALEDIZIONE REUS – Il caso più eclatante di come il Borussia Dortmund sia stato falcidiato da una serie incredibile di infortuni è la serie di stop che il fenomeno Marco Reus ha subito negli ultimi sei mesi. Incidente più doloroso, sopratutto dal punto di vista del morale, è stato quello patito contro l’Armenia a giugno durante l’ultima amichevole prima del mondiale brasiliano che lo costrinse a saltare la spedizione trionfale tedesca per una lesione ai legamenti della caviglia. Da li il povero Reus non ha avuto un attimo di pace passando da ricadute a nuovi gravi infortuni fino ad arrivare all’ennesima beffa settimana scorsa nel pareggio del Borussia Dortmund contro il Paderborn: istinto killer di Bakalorz che interviene a piede teso sulla caviglia di Reus, cartellino rosso ma sopratutto stop fino a fine gennaio per una lesione al legamento per il centrocampista di Klopp che, comprensibilmente sconforato, lo descrive come “un momento terrificante, un pareggio non è la fine del mondo ma la perdita di Reus è più difficile da accettare”.

INFERMERIA – Ma non è solo Marco Reus che preoccupa il Borussia Dortmund, l’infermeria non è praticamente mai stata vuota e nomi come Hummels, Sokratis Papastathopoulos e Bender non sanno ancora quando potranno rientrare al Westfalenstadion. Assidui frequentatori della injury list giallonera sono anche Ilkay Guendogan, Nuri Sahin, Oliver Kirch e Dong-Won Ji, mentre Jakub Blaszczykowski pare aver finalmente recuperato da un fastidioso stiramento che l’ha fatto penare nelle ultime 4 giornate di Bundesliga.

Il gioco spettacolare nella mente di tutti sviluppato da Klopp ha bisogno di interpreti in forma in grado di mantenere gli alti ritmi imposti dal tecnico tedesco: ora l’obiettivo primario, archiviata la qualificazione agli ottavi di Champions League, è quello di risalire la china in patria e tornare in corsa per il quarto posto attualmente a “solo” 9 punti di distanza. Una mancata qualificazione alla prossima coppa dei campione rappresenterebbe un danno enorme non solo economico ma sopratutto tecnico che porterà presumibilmente alla cessione dei gioielli di casa Borussia Dortmund.

Andrea Bonfantini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *