Gianpiero Farina
No Comments

Il Sassuolo non si ferma più: i segreti della squadra di Di Francesco

Contro i granata decide un colpo di testa di Floro Flores nei minuti finali. Sesto risultato utile per gli emiliani: è record nella massima serie

Il Sassuolo non si ferma più: i segreti della squadra di Di Francesco
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Grazie ad un colpo di testa di Floro Flores all’87’, il Sassuolo ha espugnato l’Olimpico di Torino mandando sempre più in crisi la squadra di mister Ventura. Per i ragazzi di Di Francesco è il sesto risultato utile consecutivo: è record in serie A. E gli emiliani sembrano non volersi fermare.

Sassuolo gol

Il Sassuolo ha raccolto il sesto risultato utile consecutivo

UN 4-3-3 PIU’…DIFENSIVO – Di Francesco erede di Zeman: questo è sempre stato un pò il pensiero di tutti gli addetti a lavori e lo stesso tecnico di Pescara non ha mai nascosto di ispirarsi al boemo facendo della mentalità offensiva il suo credo. Ma qualcosa è cambiato, in lui e nel Sassuolo. Sicuramente tante cose sono diverse da quell’Inter-Sassuolo 7-0. Non il modulo, che è sempre il 4-3-3 ma l’atteggiamento: molte volte si vedono i 3 attaccanti arretrare e dare un mano al centrocampo dove Taider, Magnanelli e Missiroli costruiscono una vera e propria diga difficile da superare. Una squadra magari meno spettacolare  ma sicuramente più accorta ma che subisce meno gol: anche ieri  infatti la porta di Consigli è rimasta inviolata, così come nella sfida contro l’Atalanta che ha preceduto la sosta. Il portiere ex Atalanta sta dimostrando di essere uno dei migliori del campionato e il suo acquisto, insieme a quelli di Vrsaljko e Peluso, ha rinforzato un reparto difensivo che si sta dimostrando solido ed affidabile. Un Sassuolo che quindi non dimentica, oltre a cercare di imporre il suo gioco, di badare anche alla solidità del reparto arretrato. D’altronde nel calcio conta anche non prenderle

6 RISULTATI UTILI CONSECUTIVI –  Dopo la salvezza dell’anno scorso che ha avuto quasi del miracoloso il Sassuolo quest’anno doveva togliersi di dosso l’etichetta di matricola per vestire quella di realtà del nostro campionato. Una buona campagna acquisti faceva presagire un campionato più tranquillo. Ma qualcosa all’inizio andava storto e quel 7-0 a Milano ne è la testimonianza. Tutto è iniziato con quel Sassuolo-Juventus 1-1. E’ da quella bella prestazione del 18 ottobre che è iniziata questa serie di risultati utili. Aver fermato la capolista ha dato la spinta ad una squadra che forse non credeva abbastanza nei propri mezzi. Un bel mix di giovani come Zaza e Berardi e di esperti come Cannavaro e Floccari ben orchestrato da Eusebio di Francesco. Il Sassuolo, una squadra di provincia, alla ribalta della serie A. E domenica c’è Sassuolo-Verona: che sia la volta della settima?

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *