Gianpiero Farina
No Comments

Dinamo, altro ko in Eurolega: il Nizhny Novgorod espugna il Palaserradimigni

I biancoblù partono male ma tornano in partita grazie soprattutto a Sanders, Sacchetti e Todic ma crollano nel finale; adesso per il passaggio del turno serve un vero miracolo

Dinamo, altro ko in Eurolega: il Nizhny Novgorod espugna il Palaserradimigni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Adesso si fa davvero difficile. Per qualificarsi alle Top 16 di Eurolega serve vincere almeno 3 partite e potrebbe anche non bastare. Il Nizhny Novgorod batte la Dinamo al Palaserradimigni 89-82 in una sfida con poche luci e molte ombre per la squadra di mister Sacchetti.

PARTENZA SHOCK- A differenza dell’andata, dove furono i sassaresi a partire a razzo, stavolta sono i russi a cominciare bene. La Dinamo va subito in confusione ed è sotto 18-10. I biancoblù faticano anche in attacco con Dyson, un fantasma per tutta la partita, che perde due palle fondamentali e il primo quarto si chiude 25-30.  Nel secondo quarto è Sosa a tenere la Dinamo a galla portando i suoi ad un possesso di distanza (36-38). Ma, dopo un timeout, il Novgorod torna in cattedra grazie ai lunghi Parakhouski e Thompkins che si portano in doppia cifra e il primo tempo si chiude sul 46-53.

Sanders in azione contro i russi del Novgorod

Sanders, il migliore della Dinamo

LA RIMONTA- Al rientro dall’intervallo lungo finalmente si vede la vera Dinamo, simile a quella vista nella partita vinta contro lo Zalgiris. Grazie ad un fallo antisportivo fischiato ad Antonov e ad un parziale di 9-0 la i biancoblù si portano sul 55-53.  Ed ecco che si scatena Rochestie: un vero e proprio show della play ex Siena che riporta i suoi in partita. Ma la Dinamo c’è e grazie soprattutto a Sanders e alla concretezza di Todic chiude il terzo quarto avanti 65-63.

IL CROLLO- Ad inizio quarto quarto la partita è incerta ed equilibrata e se tra i padroni di casa sono Devecchi e Sacchetti a mettersi in luce, tra i russi è Baburin a siglare sei punti di fila. A 6 minuti dalla fine la Dinamo è avanti sul 74-68 e sembra riuscire a portare a casa la seconda vittoria in Eurolega. Ma, dopo un timeout chiamato da coach Bagatskis, i sassaresi sembrano sciogliersi come neve al sole: è il solito Rochestie a firmare il sorpasso mentre Sanders sparisce dal campo e Logan continua a non incidere. La Dinamo vede sfuggirsi la partita dalle mani e Sacchetti prova a strigliare i suoi con un timeout. Ma è ormai troppo tardi: i russi gestiscono con intelligenza e ad un minuto dalla fine sono avanti 84-79. I sassaresi non ne hanno più e il Novgorod chiude sul 89-82. E adesso per la Dinamo il cammino in Eurolega è sempre più in salita.

TABELLINO

Dinamo Sassari-Nizhny Novgorod 82-89 (25-30, 21-23, 19-10, 21-26)

Dinamo Sassari- Logan 6, Sosa 13, Sanders 17, Devecchi 2, Laval 7, Chessa, Dyson 10, Sacchetti 8, Vanuzzo, Brooks 13, Todic 6. All. Romeo Sacchetti.

Nizhny Novgorod- Baburin 11, Parakhouski 12, Ivlev, Antonov 8, Patsatsia, Khostov 1, Kinsey 15, Rochestie 29, Savelyev, Krivoshee, Thompkins 13, Golovin. All. Ainars Bagatskis.

TOP DINAMO SASSARI-NIZHNY NOVGOROD

ROCHESTIE: un vero e proprio show del cestista ex Siena. Senza dubbio l’uomo in più dei russi e i suoi 29  punti lo testimoniano.

PARAKHOUSKI: la sua mole è di fondamentale importanza soprattutto in fase difensiva dove limita Lawal.

SANDERS: Il migliore della Dinamo. Si perde un pò nell’ultimo quarto ma è comunque l’ultimo a mollare.

FLOP DINAMO SASSARI- NIZHNY NOVGOROD

LOGAN: mai in partita. Perde nettamente il duello con Rochestie.

DYSON: un fantasma. Le due palle perse nel primo quarto fanno capire che non è la sua serata.

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *