Redazione
No Comments

ESCLUSIVA – Lima (GM Nuova Aquila Palermo): “PalaMangano inagibile? Nessuna risposta del Comune”

La squadra palermitana di pallacanestro incontra il più classico degli ostacoli: il silenzio da parte del Comune. Ma stavolta il rischio è alto

ESCLUSIVA – Lima (GM Nuova Aquila Palermo): “PalaMangano inagibile? Nessuna risposta del Comune”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

“Il Progetto Nuova Aquila Palermo prende vita nell’estate del 2010 con il rapporto di collaborazione che si viene a comporre fra Aquila Basket e Nuova Pallacanestro Palermo […] E’ stato con orgoglio fin qui rispettato il progetto triennale, partito dalla stagione 2010-2011, che si poneva come obiettivo quello di portare il basket palermitano in un campionato nazionale. A partire dalla C regionale con un nucleo di atleti palermitani. Gli stessi giovani talentuosi spesso costretti a lasciare Palermo per inseguire il proprio sogno di diventare giocatori professionisti”.

Il racconto che si può leggere sul sito della “Nuova Aquila Palermo” ha tutti i presupposti per essere definito una bella favola: chiunque mastichi di sport a Palermo è ben consapevole della terribile crisi che affligge da molti anni a questa parte l’intero ambiente (non solo cestistico). La conseguenza? Poche società, tanti debiti da estinguere e, quindi, zero opportunità per gli atleti della zona di esaltare le proprie capacità, obbligando i più promettenti ad “emigrare” verso lidi più floridi. Il progetto delineato dalla società presieduta da Salvatore Rappa, dunque, sembrerebbe un’opportunità da valorizzare, non solo in ottica palermitana, ma per l’intera Sicilia.
Tutto ha però avuto una brusca interruzione ad inizio novembre: dichiarazione di inagibilità del PalaMangano e totale silenzio da parte del Comune, ente proprietario dell’impianto. Insomma, sempre la stessa storia. Ma stavolta la posta in palio è alta: tanto da far vagliare, alla società, l’ipotesi di ritirare la squadra dal campionato di Serie B (che mancava, al capoluogo palermitano, da più di 30 anni).

Francesco Lima, SportCafe24.com

Francesco Lima, GM della Nuova Aquila Palermo

La Redazione di SportCafe24.com, ha intervistato Francesco Lima, general manager della “Nuova Aquila Palermo”, per avere un suo parere sulla situazione.

Buonasera Signor Lima. Qual è, secondo lei, l’importanza di avere una società di pallacanestro che milita nel campionato nazionale per Palermo?

“Avere “sport” che non sia solo il calcio è un valore aggiunto per qualsiasi cittadina: purtroppo, a poco a poco, a Palermo sono scomparsi quasi tutti i giochi di squadra. Secondo me è una cosa importantissima. Noi stiamo provando a fare le cose per bene: se ci permettono di lavorare, noi ce la mettiamo tutta”.

Quali problematiche sono sorte, nell’ultimo periodo, con la vostra palestra?

“Beh, tanto per iniziare sei entrato in un campo inagibile! Questa palestra dispone di un’agibilità rilasciata dalla commissione comunale di vigilanza dei locali di pubblico spettacolo fino al 28 Febbraio 2015, con la condizione che le gare si disputassero esclusivamente nelle ore diurne a causa di un impianto UPS non a norma (costo orientativo: 10.000 euro + IVA). Tuttavia, la Federazione Italiana Pallacanestro ha ignorato il problema, pubblicando un calendario ad Agosto che prevedeva lo svolgimento delle gare alle ore 18 e invitandoci a trovare un altro campo. Inoltre, il parquet è chiaramente inadatto al gioco: in alcune zone il pallone non rimbalza più, siamo a “rischio sfondamento” ogni giorno di allenamento”.

A questo punto, allora, il problema si sposta al Comune…

“Il Comune, a quanto pare, non dispone dei fondi necessari per l’intervento. Noi abbiamo fatto presente la nostra disponibilità a sistemare il palazzetto a nostre spese co-gestendo l’impianto: crediamo che questa struttura sia ottima per una pallacanestro di un certo livello”.

Risposte?

“Abbiamo fatto una proposta a luglio, un’altra ad agosto, un’altra ancora a settembre, ma non è mai arrivata una risposta ufficiale da parte del Comune. L’ultima risposta è stata quella di chiudere l’impianto con la revoca dell’agibilità”.

E il Sindaco Orlando?

“Abbiamo provato a metterci in contatto con il Sindaco e con il delegato dal Comune all’impiantistica, il signor Arcuri, ma non ci siamo riusciti”.

Quale potrebbe essere il punto di svolta della situazione?

“Un’apertura, ad oggi, è possibile: il problema non riguarda più solo la Nuova Aquila Palermo, ma tutti coloro che ad oggi utilizzano l’impianto. Le nostre proposte di cogestione non sembrano più oscene. Eppure, ormai tutti i comuni lavorano per dare in gestione tutte le strutture, così da eliminare delle inutili spese gravose: l’unica città in cui questo argomento è tabù sembra essere proprio Palermo. Che facciano un bando, che scelgano una società a cui dare la gestione, ma almeno si rendano conto che non sono più in grado di gestire questo palazzetto, e lo stanno dimostrando giorno dopo giorno”.

I ragazzi, tuttavia, non demordono nonostante le difficoltà: con quella contro Pescara sono ben sei le vittorie consecutive ottenute dai palermitani, che ora sono ben ancorati ai vertici della classifica, a due punti dalla vetta. Chissà che anche il Comune non si renda conto dell’esigenza di un lieto fine.

Andrea Siino

                                                © Riproduzione riservata

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *