Kevin Brunetti
No Comments

Nba, i risultati della notte: vincono gli Spurs, crisi nera Knicks

La notte Nba si è rivelata ricca di spettacolo oltre che di partite, perdono ancora Knicks e Cavs mentre Diaw trascina i Suns e Bryant prende per mano i Lakers

Nba, i risultati della notte: vincono gli Spurs, crisi nera Knicks
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La maggiore notizia di questo turno Nba è la partita tra San Antonio e Cleveland. Gli Spurs rialzano la testa dopo un avvio nella media, a farne le spese è sempre LeBron James che non riesce a impedire la sconfitta dei suoi. Malissimo invece i Knicks che perdono anche a Minnesota e che adesso sono in fondo alla Conference e hanno un record peggiore di quello di Lakers e Pistons.

Tim Duncan, ancora una volta trascinatore per i San Antonio Spurs

Tim Duncan, ancora una volta trascinatore per i San Antonio Spurs

GARANZIE – In quel di San Antonio le garanzie arrivano da Boris Diaw, fisico da scaricatore di porto, ma QI cestistico fuori dalla norma abbinato a mani che sono poesia pura: 19 punti, 7 assist e 6 rimbalzi. Non basta l’eccellente prova di Varejao nei Cavs, la franchigia dell’Ohio deve accettare la superiorità texana. Perdono anche gli Orlando Magicche cedono il passo ai Clippers di Griffin e Paul, sempre eccellente la prova di Vucevic che chiude con 19 punti e 14 rimbalzi. La sconfitta dei 76ers è ormai la sicurezza che tutti abbiamo quando ci addormentiamo la sera, non ha fatto eccezione la sfida contro Boston. Rondo chiude con 13 assist sfruttati al meglio da Bass e Sullinger, i Celtics raccolgono la W. Le altre due garanzie di vittoria sono rappresentate da Dallas e Toronto, i primi, trascinati da Chandler e Ellis hanno battuto Washington nonostante l’ennesima doppia doppia di Wall. I secondi, nella notte del ritorno di “Vinsanity” in Canada, hanno sconfitto i Grizzlies grazie alla solita coppia Lowry-DeRozan. L’ultima sicurezza che già avevamo è la sconfitta di Detroit, seppur di soli due punti i Pistons sono andati ko anche contro dei non eccelsi Suns.

SORPRESE – La più grande sorpresa della notte arriva da Houston: i Rockets senza Howard hanno infatti ceduto il passo ai Lakers di Bryant. Lakers che con questa sono a due vittorie di fila (tre totali), vittorie arrivate con il ritorno di “Swaggy P” Nick Young, sarà un caso? Nella notte del ritorno di Lance Stephenson a Indiana a rubare la scena è invece Roy Hibbert, il centro dei Pacers chiude in doppia doppia con 18 punti e 11 rimbalzi, trascinando di fatto Indiana alla vittoria. Ancora malissimo New York, i Knicks sono in crisi nerissima e non sembrano riuscire a far risultato con nessuno. Anthony da solo non può bastare, e la leggerezza di questi Knicks è stata messa in chiaro da Kevin Martin che ha chiuso con 37 punti. Adesso Fisher deve inventarsi qualcosa, e alla svelta. Perde anche Oklahoma City, i Thunder stanno aspettando le loro superstar per tentare la scalata ai playoff… Ma se continuano a perdere, il ritorno di Westbrook e Durant potrebbe non bastare a colmare il gap. L’ultimo risultato della notte Nba è la sconfitta casalinga dei Brooklyn Nets, vincono i Buks dopo ben tre overtime! Clamoroso il buzzer beater sbagliato da Knight che con una manciata di secondi sul cronometro del quarto quarto ha recuperato palla e lanciato solo a canestro ha fallito il più facile dei layup… Fortunatamente, seppur con fatica, i Bucks hanno vinto ugualmente.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *