Dario Di Ponzio
No Comments

Coppa d’Africa: Nigeria eliminata, passano gli “Italiani”

Poche sorprese ma rumorose in Coppa d'Africa. Eliminate infatti a sorpresa Nigeria e Egitto.

Coppa d’Africa: Nigeria eliminata, passano gli “Italiani”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Coppa d’Africa che si è conclusa con gli ultimi fuochi d’artificio tra colpi di scena e eliminazioni a sorpresa. Su tutte a sorprendere è difatti l’eliminazione della Nigeria, autrice di un mondiale paragonabile alle montagne russe in un sali e scendi perenne ma che di certo partiva tra le strafavorite di questa Coppa d’Africa.

John Obi Mikel e Victor Moses festeggiano la Coppa d'Africa vinta dalla Nigeria nel 2013.

John Obi Mikel e Victor Moses festeggiano la Coppa d’Africa vinta dalla Nigeria nel 2013

SALUTA LA NIGERIA – La nazionale biancoverde paga pesantissimo l’1-0 subito contro il Sudan nella seconda giornata che, di fatto, fa mancare quei 3 punti che avrebbero dato un secondo posto sicuro. A “rubare” alla Nigeria oltretutto il posto di miglior terza contribuisce la Repubblica Democratica Del Congo, protagonista di un importante terzo posto realizzato in un girone di ferro con Costa D’Avorio e Algeria, anche esse entrambe qualificate. Altra possibile big eliminata con il terzo posto è l’Egitto che malgrado elementi come Salah e Elmohamady fallisce l’obiettivo qualificazione.

LE QUALIFICATE – A passare tra sorprese e conferme sono: Guinea Equatoriale (paese organizzatore), Sudafrica, Congo, Algeria, Mali, Gabon, Burkina Faso, Camerun, Costa D’Avorio, Ghana, Guinea, Capo Verde, Zambia, Tunisia, Senegal e come migliore terza la Repubblica Democratica del Congo. Qualificati i romanisti Keita e Gervinho con Mali e Costa D’Avorio, ma, la Roma non sarà l’unica a perdere per un mesetto alcuni dei propri elementi fondamentali. Per la Juventus sarà in viaggio Kwadwo Asamoah con il Ghana mentre per il Napoli partirà Ghoulam per provare l’impresa con l’Algeria, ad oggi favorita principale per la vittoria finale.

Dario Di Ponzio

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *