Vincenzo Galdieri
No Comments

The Walking Dead può fare a meno di Rick Grimes?

Da quasi un mese, il grande protagonista di The Walking Dead è stato messo da parte: grande dissenso da parte dei fans. Ma in prospettiva il colossal di Amc può davvero fare a meno dell'ex vice sceriffo?

The Walking Dead può fare a meno di Rick Grimes?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
The Walking Dead

The Walking Dead: Rick Grimes, il grande protagonista, è assente da 3 puntate. I fans lo richiamano a gran voce, ma sarebbe possibile proseguire senza di lui?

Dici The Walking Dead e pensi: Rick Grimes. Ultimamente però guardi The Walking Dead e ti chiedi: ma dov’è finito Rick Grimes? Il protagonista assoluto della serie record di Amc, nell’ultimo mese di (ri)produzione, si è trasformato a tutti gli effetti in un desaparecido. Sono infatti ben tre le puntate di fila che hanno fatto registrare l’assenza dell’ex vice sceriffo.  Un’infinità, per tutti gli amanti del top character di The Walking Dead. Lamentele, gente che storce il naso, fans delusi perchè ‘senza Rick lo show perde il 50% delle proprie potenzialità’. Ma la momentanea assenza dalle scene dell’ormai mitico e mitizzato Grimes apre ad un’infinità di riflessioni. C’è già chi sospetta si tratti di un atto preparatorio, per far abituare pian piano gli addicted ad un’uscita di scena del Grande Capo. Cosi, pian piano, in maniera impercettibile e senza stacchi definitivi non preceduti da avvisaglie. Ma se cosi fosse, la domanda apparirebbe legittima: può The Walking Dead fare a meno di Rick Grimes? La prima risposta, semplice e secca, viene naturale: no. No perchè in queste tre puntate senza il re del mondo zombie il ritmo è stato più lento, le sequenze meno rapide e la storyline meno interessante. Ma c’è anche da dire che si trattava di una situazione limite, tesa a raccontare altri personaggi e soprattutto non definitiva. E quindi la riflessione si amplia, aprendo a possibili risposte diverse.

NO RICK NO PARTY: UN RISCHIO TROPPO GROSSO – Intanto partiamo da una considerazione: Lincoln ha firmato per rimanere in The Walking Dead fino alla sesta stagione. Questo significa quindi che almeno per la quinta sarà ancora protagonista, dall’anno prossimo si vedrà (è possibile anche che pur avendo firmato per comparire nella season 6, possa uscire di scena durante la stessa senza dover per forza arrivare in fondo). Ma The Walking Dead ci ha insegnato che nessuno è davvero imprescindibile. Pian piano sono stati eliminati personaggi clou quali Shane, Lori, Hershel e via dicendo. La bellezza dello show sta proprio in questo: nessuno, ma proprio nessuno è al sicuro. E nessuno, come detto, è elemento talmente fondamentale da poter apparire finanche irrinunciabile. Almeno fino ad oggi. Già, perchè la sensazione è che i fans considerino Rick ormai totalmente imprescindibile. I produttori dovranno fare i conti con questo. L’eventuale uscita di scena – per adesso una totale fantasticheria – di Lincoln dallo show si porterebbe dietro rischi troppo grossi. Come la perdita di una fetta di pubblico, ad esempio. Un personaggio ormai troppo radicato, troppo ben caratterizzato e troppo centrale per pensare di poterne fare a meno. In The Walking Dead quasi tutti i protagonisti hanno subito un cambiamento nel tempo, quasi tutti si sono evoluti o involuti. Ma nessuno è riuscito a raggiungere il livello camaleontico di Rick. Prima integerrimo sceriffo, poi leader costretto a prendere decisioni impopolari – come l’uccisione di Shane – quindi borderline in preda alla follia, e ancora contadino, generale, qualsiasi cosa. Buono, cattivo, duro, altruista ed egoista, un po’ di tutto. Pressochè irripetibile.

FANTASTICANDO: CHI AL SUO POSTO? – Insomma, l’eventuale uscita di scena di Rick di certo non gioverebbe allo show dei record. In alcune serie di successo, qualcuno ci ha provato: ha sostituito il protagonista. Esercizio rischioso al limite del folle, ma in alcuni casi vincente. L’impressione però è che questa non sarebbe una di quelle intuizioni geniali propedeutiche all’idea di restituire nuova linfa allo spettacolo. Anche perchè, oggettivamente, non si vede all’orizzonte un possibile sostituto tra i presenti. In molti hanno paventato l’idea che possa essere Carl il suo successore: cresciuto all’ombra del padre ma con una personalità sempre più spiccata ed indipendente, potrebbe rappresentare un alter ego perfetto per Grimes senior. Ma è una tesi che non convince, almeno per il momento. Men che meno convincono le altre idee cervellotiche. Daryl è un personaggio perfetto proprio per essere centrale ma non troppo: spalla top, con delle specificità introvabili, ma in prospettiva poco adatto a fare il capo supremo. Il pedigree da capo supremo ce l’avrebbe Abraham, personaggio entrato in scena nella quarta stagione. Lui convince quasi tutti e forse potrebbe anche convincere come leader maximo. Ma ha ancora qualche pecca di troppo, come la difficoltà a controllare la rabbia. Per quanto riguarda tutti gli altri non menzionati, nemmeno a parlarne: nessuno può nemmeno avvicinare l’idea di prendere il comando di gruppo e show. Insomma, in definitiva la risposta alla domanda iniziale c’è: no, The Walking Dead non può prescindere da Rick Grimes. Perchè Rick Grimes è The Walking Dead. 

Vincenzo Galdieri (Twitter: @Vince_Galdieri)

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *