Jacopo Bertone
No Comments

Fernando Torres: l’uomo delle stracittadine

L'ex Atletico Madrid è una sentenza se ne facciamo un discorso di rivalità, di cuore, di derby! Riuscirà Torres a far suo anche quello di Milano?

Fernando Torres: l’uomo delle stracittadine
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il derby di Milano non è robetta, forse non sarà più decisivo per lo Scudetto ma ci sono in balle cosucce come l’onore, la gloria e l’orgoglio, le quali impongono l’utilizzo di uomini esperti, abituati a muoverti in ambienti dove l’aria è rarefatta e il calcio si fonde con l’epica, gente come Fernando Torres!

Inzaghi, il suo Milan diverte e dà spettacolo

Inzaghi, il suo Milan diverte e dà spettacolo

TORRES DA BATTAGLIA – La storia parte ovviamente da Madrid, dove un Fernando piccino picciò ma già letale in zona goal va a segno contro il Real Madrid nel derby casalingo del 2007; proseguiamo e arriviamo al periodo d’oro della carriera del classe ’84, quello con i Reds di Liverpool ai quali regala tante gioie, non ultime quelle ai danni degli odiati rivali, i Toffees: va a segno contro l’Everton sia tra le mura amiche che a domicilio, un traguardo decisivo per entrare definitivamente nel cuore della Kop, che ancora oggi lo ricorda con affetto e calore. Al Chelsea incappa sicuramente nel periodo più buio della sua avventura pallonara, ma non per questo perde il feeling con la porta e lo dimostra nelle tante stracittadine londinesi contro West Ham, QPR, Cristal Palace e, ovviamente, Arsenal, per un totale di 10 goal, un piccolo record di questo ragazzo lentigginoso e gentile, ieri fenomeno, oggi appannato, domani, chi lo sa, uomo decisivo per il duecentonovantaseiesimo (gasp!) derby della Madonnina, Inzaghi permettendo…

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *