Luca Porfido
No Comments

Il derby nipponico: Milan-Inter è anche Honda-Nagatomo

Per la prima volta da quando entrambi sono a Milano, i due giapponesi si scontreranno nel derby Milan - Inter. Domenica sera sarà anche Nagatomo vs Honda

Il derby nipponico: Milan-Inter è anche Honda-Nagatomo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Honda nagatomo derby milan inter

Il rossonero Honda ha segnato già 6 reti in questo campionato

L’aria del derby milanese tra Inter e Milan non si avverte solo qui in Italia, ma anche all’altra parte del mondo, ovvero in Giappone, dove migliaia di nipponici guarderanno la partitissima proprio grazie alla presenza di due loro connazionali, ovvero Honda e Nagatomo.

UNO CONTRO UNO – Anche se Honda è approdato in rossonero già lo scorso anno, la panchina gli negò l’opportunità di scendere in campo contro il proprio connazionale nell’ultimo derby. Quest’anno, però, la storia è diversa e i due giapponesi si ritroveranno faccia a faccia. Peccato che l’idea di Mancini sia quella di schierare Nagatomo sulla destra, altrimenti avremmo potuto assistere ad un duello sulla medesima fascia.
In pieno stile nipponico, non possono mancare i complimenti reciproci. Nagatomo, intervistato ai microfoni Sky, ha cosi descritto Honda: “È un giocatore molto forte e una persona bravissima. Farà bene con il Milan, è un grande professionista. Come persona è spettacolare, scherza tanto e parla tanto. Non si sa se sarà titolare o no, io devo prepararmi bene fisicamente e mentalmente”.

RIVALITA’ – Non è la prima volta che i due giocatori si affrontano: lo scorso anno entrambi erano candidati per l’AFC Asian International Player of the Year, ovvero il premio assegnato al miglior giocatore asiatico militante in campionati internazionali. Nel 2013 fu proprio il terzino dell’Inter a vincere, scavalcando Honda, che aveva pur sempre disputato una discreta annata col CSKA, salvo poi cadere nel dimenticatoio rossonero della gestione Seedorf. Paradossalmente le prestazioni si sono invertite. Il rossonero è tutt’oggi una pedina fondamentale nello scacchiere di Inzaghi, e i 6 gol di Honda segnati fino ad ora parlano per lui. Viceversa, Nagatomo non sta attraversando un grande momento, colpa anche del modulo utilizzato fin’ora da Mazzarri, anche se con l’arrivo di Mancini, e quindi col passaggio alla difesa a 4, si prospettano ampi spazi per il giapponese nerazzurro.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *