Enrico Cunego
No Comments

Nba, i risultati della notte: risorgono i Lakers, OKC e Knicks ancora ko

4 le gare giocate nella notte Nba. I Lakers ritrovano la vittoria sbancando Atlanta, mentre Thunder e Knicks sono sconfitti da Jazz e Bucks. Solito Davis contro i Kings

Nba, i risultati della notte: risorgono i Lakers, OKC e Knicks ancora ko
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Quattro le gare giocate nella notte Nba. I Los Angeles Lakers spezzano finalmente la serei di sconfitte consecutive e vincono ad Atlanta contro gli Hawks. I New York Knicks subiscono una brutta sconfitta in casa dei Milwakee Bucks, mentre a Salt Lake City gli Utah Jazz impartiscono una severa lezione agli Oklahoma City Thunder. A Sacramento i Kings incappano nel solito super Anthony Davis, che guida i suoi ad un successo fondamentale.

ATLANTA HAWKS-LOS ANGELES LAKERS 109-114

I Lakers pezzano il sortilegio e riescono finalmente a vincere la prima gara della stagione in trasferta ad Atlanta, centrano il secondo successo in 10 gare. Alla vigilia della gara con gli Hawks i giallo-viola ritrovano il rientrante NIck Young, fondamentale per avere un’arma in più in attacco. L’inizio di gara è decisamente ad appannaggio degli ospiti, che grazie ad un ottimo 61% dal campo ed alle giocate del “Black Mamba” Bryant dominano la prima metà di gara arrivando al +17 sulla sirena del secondo quarto grazie al tap-in di Carlos Boozer. Alla ripresa del gioco Jeff Teague e Paul Millsap cercano di dare una scossa ai padroni di casa, ma dall’altra parte Jordan Hill segna 10 punti che permettono ai Lakers di restare al comando. Nell’ultimo periodo gli attacchi degli Hawks si fanno più insistenti e si arriva anche al +2 Lakers ma negli ultimi 3 minuti ci pensa Kobe Bryant a sistemare le cose per i Lakers: 9 punti su 11 realizzati dai suoi ed a 1’10” dalla fine il gioco da 3 punti che gli permette di raggiungere quota 32 mila punti in carriera. Nel finale, sul 109-112, Korver prova la tripla del pareggio, ma la palla sbatte sul ferro, ne nasce una mischia con conseguenti 2 tiri liberi per i giallo-viola, che così possono finalmente sorridere

Hawks: Millsap 29 punti, Teague 28 Assist: Mack 5 Rimbalzi: Sefolosha 9

Lakers: Bryant 28 punti, Boozer 20 Assist: Lin 10 Rimbalzi: Boozer e Hill 10

MILWAUKEE BUCKS-NEW YORK KNICKS 117-113

I Knicks si svegliano troppo tardi e finiscono per incappare nella nona sconfitta stagionale contro i MIlwaukee Bucks, che invece trovano così il sesto successo stagionale su 11 incontri giocati. Primo quarto che si chiude sul 30-30 grazie al canestro di Anthony sulla sirena, ma negli ultimi 6′ minuti del secondo parziale i Knicks sbandano paurosamente. Milwaukee piazza un parziale di 20-2 grazie ai 6 punti di Jabari Parker ed alle triple di Middleton e Knight arrivando addirittura a +26 nel terzo quarto grazie ai tiri liberi Antetokoumpo (85-59). A partire da 5’26” dalla fine del periodo si scatena lo show di Tim Hardaway jr, che sigla 18 punti e d è l’artefice del tentativo di rimonta dei Knicks, che grazie ad Anthony arrivano fino al -2 a 7″ dalla fine. Ma nell’azione seguente Smith commette fallo su Bayless, che dalla lunetta non sbaglia e piazza i due tiri per il 117-113 finale

Bucks: Ilyasova 20 punti, Knght e Pachulia 14 Assist: Knight 9 Rimbalzi: Pachulia 13

Knicks: Anthony 26 punti, Hardaway 24 Assist: Shumpert 8 Rimbalzi: Shumpert 8

Utah Jazz-OKC 98-81Utah Jazz-OKC 98-81

Utah Jazz-OKC 98-81

UTAH JAZZ-OKLAHOMA CITY THUNDER 98-81

I Thunder sembra che possano dominare a Salt Lake City dopo un ottimo primo quarto con conseguente buon inizio di secondo. 17 punti di distanza tra le due compagini con i Jazz che continuano ad essere imprecisi al tiro. Ma improvvisamente la situazione si capovolge e sono gli ospiti che cominciano a sbagliare troppo. Così a fine secondo quarto Utah torna in gara (40-42) prima di affondare il colpo nel terzo quarto, grazie ad un parziale di 19-5 con la tripla di Exum sulla sirena che porta la gara sul 72-59. Nell’ultimo quarto un’altra tripla di Burke regala ai padroni di casa il +20 (92-72), con i Jazz che così ottengono la quinta vittoria stagionale su 12 gare. Per gli OKC decimati dagli infortuni, invece, il bilancio è di 3 vittorie e ben 9 sconfitte

Jazz: Burks 20 punti, Burke 17 Assist: Burke 9 Rimbalzi: Kanter 15

Thunder: Lamb 19 punti, Adams 11 Assist: Jackson 7 Rimbalzi: Adams 8

SACRAMENTO KINGS-NEW ORLEANS PELICANS 100-106

I Pelicans escono vincitori alla fine di una vera e propria battaglia conto i Sacramento Kings, che partono fortissimo con Cousins e Collison, maggiori artefici del 16-0 di parziale che sembra dare una direzione precisa al match. New Orleans però fa entrare sul parquet Ryan Anderson aumentando la pericolosità offensiva, ma Rudy Gay e Darren Collison mantengono al sicuro Sacramento, che alla fine del secondo quarto sono avanti 54-45. La gara cambia però nel terzo quarto quando Anderson mette tre triple consecutive e quando soprattutto Davis si scatena. Il numero 23 diventa illegale da marcare e sotto canestro schiaccia con una facilità estrema. New Orleans raggiunge così il +11 a 3′ dalla fine dell’incontro, ma 2 palle perse ed un gioco da 3 punti di Omar Casspi riportano i  Kings a -3 a 1’08”. Tyreke Evans, però , si inventa una canestro in precario equilibrio che decide la gara e sul finale di tempo Evans e Davis dalla lunetta non sbagliano regalando il successo ai Pelicans

Kings: Cousins 24 punti, Gay 15 Assist: Collison 11 Rimbalzi: Cousins 17

Pelicans: Davis 28 punti, Anderson 22 Assist: Holiday 9 Rimbalzi: Davis 9

Enrico Cunego

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *