Simone Viscardi
No Comments

Nba, i risultati della notte: cadono Cavs e Rockets, Bulls ancora in piedi

Nella notte Nba i Nuggets fermano James e i suoi Cavs, mentre Houston cade per mano dei Grizzlies. Bene gli Spurs, mentre i Bulls superano i Clippers

Nba, i risultati della notte: cadono Cavs e Rockets, Bulls ancora in piedi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Notte di fuoco e di cadute importanti nella notte Nba. Il campionato più bello del pianeta si mostra in tutto il suo splendore, regalandoci risultati inaspettati e confermandosi come uno dei più equilibrati degli ultimi anni. Il risultato che balza subito agli occhi è quello di Cleveland, dove i Cavs del figliol prodig(i)o LeBron James vengono superati contro ogni pronostico dai derelitti Denver Nuggets. Andiamo con ordine però, e scopriamo tutti i risultati della notte.

Ty Lawson, decisivo nel successo di Denver sui Cavs.

Ty Lawson, decisivo nel successo di Denver sui Cavs.

POCO GALLO, TANTI NUGGETS – Danilo gioca pochissimo, ma per una notte i Denver Nuggets sembrano non accorgersene, andando a piegare i favoritissimi Cavaliers proprio a domicilio. Nel 97-106 finale pesano tantissimo i 47 punti della coppia Afflalo-Lawson, che rendono inutili gli sforzi del raffreddato James. Il “Prescelto” e gli altri Big della squadra girano abbastanza bene, ma ai padroni di casa manca l’apporto dei comprimari, per una notte paurosamente timidi e poco costanti nel match. Cleveland può consolarsi, non essendo l’unica pretendente all’anello ad aver inciampato in questa tornata di gare. A farle compagnia, infatti, sono gli Houston Rockets, che cadono in uno dei campi più tosti dell’intera lega, quello di Memphis. I Grizzlies difendono alla perfezione, limitano Harden con uno strepitoso Tony Allen e ingabbiano i lunghi dei texani, Howard in testa. Senza un grande apporto di Gasol sono Conley e Lee a tirare la carretta, fino al 119-93 finale. Si svegliano dal torpore delle ultime gare i Miami Heat, che chiudono il filotto di sconfitte consecutive andando a vincere in casa di Brooklyn (83-95), seguiti a ruota dai “vicini di casa” di Orlando, corsari in quel di Detroit grazie alla doppia doppia di Vucevic (25 punti e 14 rimbalzi, 93-107 alla sirena).

SPURS E BULLS AUTOREVOLI – Non hanno grossi problemi i San Antonio Spurs, che contro il fanalino di coda della lega. i Philadelphia 76ers, vincono facilmente e senza sforzi. Il risultato di 100-75 non rende appieno l’idea della superiorità dei texani, che possono concedere una notte di relax ai loro big, affidandosi a un Bonner in stato di grazia. Serata di gloria anche per i Chicago Bulls, nel più delicato match che li vedeva opposti ai Clippers. Allo Staples Center finisce 89-105, con i padroni di casa che  si spengono troppo presto dopo un buon avvio, e degli ospiti padroni a rimbalzo con un super Noah e al tiro, con un Gibson e un Butler sugli scudi. Rimontano con successo anche i Blazers, che rosicchiano 23 punti ai Pelicans, dimostrando ancora una volta carattere da vendere (102-93). Successi esterni infine per Phoenix Suns e Dallas Mavericks, rispettivamente sui parquet di Boston (114-118) e Charlotte (80-107).

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *