Matteo Masum
No Comments

La Croazia ferma gli azzurri a San Siro: non basta Candreva

Il laziale trova il suo primo centro in Nazionale, ma Perisic ristabilisce subito la parità. Al 72' match sospeso per lancio di fumogeni

La Croazia ferma gli azzurri a San Siro: non basta Candreva
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Termina 1-1 il match di San Siro tra Italia e Croazia.

PRIMO TEMPO – Gli ospiti partono bene, al 6′ ci prova Rakitic dalla distanza, un Buffon non perfetto manda in corner. Sugli sviluppi dell’angolo calcia Vida, ma non inquadra la porta. Alla prima occasione gli azzurri colpiscono: azione personale di Zaza che prova il tiro, murato, scarico per Candreva che da fuori piazza la palla nell’angolo basso alla destra di Subasic, trovando la sua prima rete con la Nazionale. Neanche il tempo di godersi il vantaggio, e la Croazia pareggia i conti: incursione dalla sinistra di Perisic e destro rasoterra che beffa un colpevole Buffon. I croati alzano il baricentro e mettono in difficoltà gli azzurri. Pasqual al 27′ lascia il campo per un problema muscolare, sostituito dall’esordiente Soriano. Si fa male anche Modric, entra l’interista Kovacic. Nei minuti finali del primo tempo cresce la formazione di Conte, ma l’occasione più clamorosa è al 2′ di recupero quando Ranocchia salva sulla linea su colpo di testa di Olic.

SECONDO TEMPO – Avvio di seconda frazione intraprendente dell’Italia, con Zaza che si fa venti metri di campo palla al piede e poi prova il mancino, Subasic si distende e blocca. Conte cambia ancora inserendo El Shaarawy al posto di uno spento Immobile. I croati tengono palla, stile Barcellona, e con una ragnatela incredibile di passaggi mette lì i padroni di casa. Ci vuole allora qualcuno che tenga su la squadra, ed entra Pellè al posto di Zaza. Mossa vincente, perchè permette all’Italia di soffrire meno. Al 72′ match sospeso per fumogeni lanciati dal settore ospite. Si riparte dopo 10 minuti di sospensione ed è El Shaarawy ad andare vicino al 2-1 più volte. Grande impatto sulla partita anche di Pellè, abile sul gioco aereo. All’86’ però gli azzurri vanno vicini alla beffa, con un contropiede che porta al tiro Perisic, che però da ottima posizione riesce solo a sfiorare il palo. Kuiper fischia la fine dopo 3′ di recupero, pareggio giusto che accontenta entrambe le squadre.

RIVIVI LA GARA CON IL LIVE DI SPORTCAFE24

Risultati Italia offerti da Livescore.it

LE FORMAZIONI UFFICIALI:

ITALIA (3-5-2): Buffon; Darmian, Ranocchia, Chiellini; De Sciglio, Candreva, De Rossi, Marchisio, Pasqual; Zaza, Immobile. CT: Antonio Conte

CROAZIA (4-2-3-1): Subasic; Srna, Corluka, Vida, Pranjic; Brozovic, Modric; Perisic, Rakitic, Olic; Mandzukic. CT: Niko Kovac

Antonio Conte, Ct della Nazionale

Antonio Conte, Ct della Nazionale

Stasera l’Italia di Antonio Conte si gioca una bella fetta di qualificazione per i Campionati Europei del 2016. Ad affrontare la nazionale azzurra ci sarà infatti la Croazia, attualmente in vetta alla classifica del Gruppo H, a pari punti con l’Italia, ma con una differenza reti migliore. Con una vittoria, Buffon e soci staccherebbero proprio la nazionale di Nico Kovac, trovandosi primi a punteggio pieno dopo quattro turni.

QUI ITALIA – Gli infortuni sono stati la costante di quest’ultimo periodo in casa azzurra. In difesa, senza Astori e Barzagli infortunati, a cui si deve aggiungere Ogbonna, fermatosi in ritiro, e Bonucci squalificato, verrà schierato quasi certamente Darmian al fianco di Chiellini e Ranocchio, concedendo dunque una maglia da titolare al pessimo De Sciglio sull’out di destra. A centrocampo, out Pirlo, sostituito in cabina di regia da De Rossi. Probabile l’impiego di Candreva da interno. A sinistra, confermato Pasqual. Davanti, in tre per due maglie, ma Immobile e Zaza sembrano favoriti su Pellè.

QUI CROAZIA – Praticamente fatta la formazione per Nico Kovac, che, a differenza del suo dirimpettaio Conte, non ha grossi problemi causati dagli infortuni. Modric e Rakitic arretreranno il loro raggio d’azione, per far spazio a Kovacic sulla trequarti. In attacco, accanto all’insostituibile Mandzukic, maglia da titolare per Kramaric, già a quota due reti in queste qualificazioni.

STATISTICHE – Italia e Croazia si sono incontrate sette volte. Gli azzurri si sono imposti solo in una circostanza, in amichevole, nel 1942. Da lì in poi, tre pareggi e tre vittorie per i croati. L’ultima sfida fra queste due nazionali risale ad Euro 2012: finì 1-1, con le reti di Pirlo e Mandzukic. Fu vittoria croata ai mondiali del 2002, quando Olic e Rapaic rimontarono la rete di Christian Vieri. Nelle qualificazioni per gli Europei, bilancio favorevole ancora per la Croazia, con una vittoria ed un pareggio.

QUOTE SCOMMESSE – Che si tratti di un match equilibrato, lo si evince anche dalle quote fornite da Snai. La vittoria degli azzurri è data a 2,25, contro il 3,30 della vittoria croata. La X è quotata a 3,15.

PROBABILI FORMAZIONI: 

Italia (3-5-2): Buffon; Darmian, Ranocchia, Chiellini; De Sciglio, Candreva, De Rossi, Marchisio, Pasqual; Immobile, Zaza. All. Conte

Croazia (4-3-1-2): Subasic; Srna, Vida, Corluka, Pranjic; Rakitic, Brozovic, Modric; Kovacic; Mandzukic, Kramaric. All. Kovac

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *