Kevin Brunetti
No Comments

Nba, il quintetto della notte: tornano le superstar, sorpresa Chalmers

Tre superstar su cinque nominati, il quintetto della notte Nba vede il prepotente e meritato ritorno di LeBron James, Carmelo Anthony e Rajon Rondo

Nba, il quintetto della notte: tornano le superstar, sorpresa Chalmers
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il quintetto Nba odierno si presenta con una prevalenza di superstar: Carmelo Anthony, LeBron James e Rajon Rondo infatti hanno trascinato le loro squadre meritandosi nuovamente il posto nella nostra squadra. Nonostante le sconfitte di due di loro (Rondo e Anthony), le stelle hanno comunque incantato le platee e i rispettivi tifosi, il posto in quintetto è quindi più che meritato. Completano la nostra squadra Tobias Harris e Mario Chalmers, le altre due note positive della nottata Nba.

Tobias Harris (26+3+10): Se i Magic ottengono la W contro i Milwaukee Bucks gran parte del merito è suo. Chiude la partita con 10/18 al tiro, 26 punti e 10 rimbalzi totali. Eravamo tutti ansiosi di rivedere nuovamente all’opera Victor Oladipo, ma Harris gli ha senza dubbio rubato la scena.

Mario Chalmers (23+11+1): Non la sua miglior stagione fino ad ora, qualche prestazione deludente e la panchina, dopo che Coach Spoelstra gli aveva preferito Norris Cole per qualche partita. Nonostante la sconfitta Chalmers si è preso la sua rivincita contro Atlanta, 23 punti e 11 rimbalzi, tabellino da playmaker vero.

LeBron James (41+7+4): Dopo questa partita LeBron e i Cavs potranno godersi un minimo di tranquillità. La prestazione di King James è stata più che solida, 41 punti a cui vanno aggiunti 7 assist (Irving ne ha fatti 5), play aggiunto.

Rajon Rondo (6+16+8): Ok, la sua serata al tiro non è delle migliori, il 3/10 potrebbe bastare per escluderlo dalla top 5… Ma questo ragazzo è pura magia, veder giocare Rondo è come ascoltare una bellissima poesia, mani fatate e visione di gioco fuori dal comune. Strepitoso.

Carmelo Anthony (46+1+7): I Knicks perdono ancora, ma difficilmente la colpa potrà essere attribuita a lui. Mette a referto la bellezza di 46 punti lavorando bene anche a rimbalzo dove è riuscito a raccogliere 7 palloni. Nonostante un Anthony super però New York non ingrana… Che Carmelo stia iniziando a pentirsi della decisione fatta quest’estate?

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *