Riccardo Raffa
No Comments

Cesena, le barricate non bastano e la salvezza è un miraggio

La squadra romagnola ha finora totalizzato la miseria di 69 tiri in porta, penultimo posto nei cinque principali campionati europei

Cesena, le barricate non bastano e la salvezza è un miraggio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

L’obiettivo stagionale di una neopromossa generalmente si identifica nell’ottenimento di una salvezza tranquilla e il Cesena di quest’anno non fa eccezione. Anzi, il tecnico Pierpaolo Bisoli fin dalla prima conferenza stampa ha vestito i panni del pompiere per stemperare i facili entusiasmi che hanno fatto seguito alla promozione del club nella massima serie. D’altra parte la cifra investita per il mercato non è certamente stata faraonica e l’allenatore romagnolo deve lavorare con un materiale umano non di primissima qualità. Le statistiche fino a questo momento sono impietose rispetto alla prima parte di stagione bianconera: sette punti e penultimo posto in classifica, solamente otto gol fatti contro i diciotto subiti. Ma un altro dato che colpisce maggiormente è il penultimo posto del Cesena nella classifica dei tiri in porta dei cinque principali campionati europei: solo 69 in undici partite, peggio ha fatto solamente il Deportivo La Coruna a quota 63. Numeri che evidenziano le lacune della squadra a cui non mancano grinta e la corsa, ma qualità e bel gioco sono parole sconosciute da queste parti…

ATTACCO SPUNTATO – Le difficoltà offensive della squadra hanno origine da un centrocampo troppo predisposto alla corsa e alla fase di contenimento, formato da giocatori come Coppola, Cascione e De Feudis che quando devono impostare il gioco mostrano tutti i loro limiti tecnici. Il reparto offensivo, poco rifornito da palloni giocabili, non è stato sufficientemente rinforzato in estate tanto che a campionato iniziato si è cercato di mettere una pezza mettendo sotto contratto lo svincolato Hugo Almeida, giocatore già da alcuni anni in fase discendente della carriera e spettatore non pagante delle partite in tutte le ultime squadre in cui ha militato.

Pierpaolo Bisoli, allenatore del Cesena

Pierpaolo Bisoli, allenatore del Cesena

BISOLI SULLA GRATICOLA – Le voci di un cambio di allenatore si susseguono già da alcune settimane, con Delio Rossi che sembrerebbe pronto ad accettare di subentrare in corsa, anche se il Presidente Lugaresi ha ufficialmente confermato la piena fiducia nell’attuale tecnico. La sosta delle nazionali servirà alla squadra per cercare di trovare nuove soluzioni in fase offensiva, ma le prossime partite saranno decisive: al rientro il programma prevede il doppio confronto con le squadre genovesi, sempre al Dino Manuzzi, e la trasferta a Bergamo con l’Atalanta. Tre avversarie certamente ostiche, ma l’appuntamento con la vittoria non può più essere rimandato.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *