Giuseppe Landi
No Comments

Juventus, Patrick Roberts sul modello Pogba

Seconda puntata della rubrica "Siamo tutti Mino Raiola". Voliamo in terra inglese alla scoperta di un nuovo fenomeno

Juventus, Patrick Roberts sul modello Pogba
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dall’Olanda all’Inghilterra, piccoli fenomeni in rampa di lancio. Se la scorsa settimana abbiamo consigliato alle milanesi l’attaccante dell’Heerenveen, Mark Uth, oggi voliamo in Gran Bretagna per presentarvi un talento che sta sorprendendo tutti gli addetti ai lavori, facendo sognare il “Craven Cottage”, sede delle partite casalinghe del Fulham. Mettetevi comodi, perchè di questo nuovo fenomeno ne sentiremo parlare.

17 ANNI E TANTA VOGLIA DI EMERGERE – Si chiama Patrick Roberts, è il protagonista della seconda puntata della rubrica “Siamo tutti Mino Raiola”. Gioca nel Fulham, e pochi mesi fa, al compimento del diciassettesimo anno d’età, ha firmato il suo primo contratto professionistico fino al 30 giugno 2016. Il giovane conta già due presenze in Premier League. Da ricordare l’esordio avvenuto non in uno stadio qualunque, ma nell’impianto del club poi divenuto campione d’Inghilterra, il Manchester City; successivamente Roberts è anche sceso in campo, seppur per soltanto 9′, in casa contro l’Everton. I “Cottagers” però, nella scorsa stagione non sono riusciti ad evitare la retrocessione in Championship, dove ora Patrick si sta imponendo. Infatti, dopo aver trascinato la squadra Under 18 in finale di FA Cup (persa poi contro il Chelsea), e l’Inghilterra al titolo europeo di categoria Under 17 con 3 reti e 4 assist, Roberts ha già raccolto 11 presenze e 1 assist nella seconda divisione inglese.

LA CLASSE NON E’ ACQUA – Vederlo giocare è pura poesia. Un mix impressionante di rapidità e tecnica, che gli consentono di poter interpretare quasi tutti i ruoli d’attacco. Essendo brevilineo, può infatti giocare alle spalle di due attaccanti, quindi da trequartista, come seconda punta, ma anche da esterno offensivo in un tridente. Possiede un ottimo controllo di palla, oltre ad essere dotato di un grande dribbling che gli consente di saltare spesso l’uomo creando superiorità numerica per la sua squadra.

“PRONTO, MAROTTA? SIAMO SPORTCAFE24…” – Dopo il cambio di modulo, Massimiliano Allegri vorrebbe ora un trequartista di ruolo per la sua Juventus, con Carlos Tevez più adatto a ricoprire il ruolo di seconda punta, dietro ad uno tra Llorente e Morata. Proprio Patrick Roberts rappresenterebbe il giocatore ideale: assist-man, che non manca di dare il suo apporto in fase realizzativa. Utile anche per gestire il doppio impegno, in quanto giovane e ancora “acerbo”. La Juventus ha dimostrato in questi ultimi anni di essere un club adatto alla formazione di giovani talenti; a dimostrarlo l’esplosione di Paul Pogba. Per questo sentiamo di consigliare il classe ’97 alla “Vecchia Signora”, prima che qualche sceicco si appropri del suo cartellino.

Good luck Patrick!

Giuseppe Landi (@PepLandi)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *