Jacopo Bertone
No Comments

Premier League: Bojan in gol, sarà la volta buona?

Bojan Krkic, talentino giramondo, trova un goal molto importante contro il Tottenham e, per l'ennesima volta, dà l'idea di aver imboccato la strada giusta...

Premier League: Bojan in gol, sarà la volta buona?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Bojan Krkic, blaugrana nel sangue, nel cuore e nei piedi, è uno di quei giocatori di cui è difficile fidarsi: tante squadre cambiate, pochi goal segnati, la sinistra sensazione che il ragazzo abbia bisogno dell’ambiente catalano per rendere al meglio ( per altro non è certo il primo trottolino di cui si dice una cosa simile). Tuttavia, dopo l’ultimo goal al Tottenham, il vento dell’ottimismo gonfia le vele del vascello del classe ’90: scopriamone insieme la storia!

Mark Hughes, manager dello Stoke City

Mark Hughes, manager dello Stoke City

GIOVENTU’ CALIENTE – Dopo ben 10 anni nella celeberima cantera del Barcellona, per il piccolo spagnolo di origine serba arrivano subito dei record importanti: è il più giovane esordiente della Liga, il più giovane marcatore della Liga, il più giovane esordiente della Champions League, tutte cose di cui all’epoca si parlò parecchio ma che oggi potremmo bollare con un semplice “e allora?”. La precocità evidentemente non è sintomo di successo perchè nonostante i record, i trofei vinti e le dichiarazioni di stima incassate da compagni e allenatore, Bojan non convince e allora si inizia a valutare l’ipotesi-prestito. Quest’ultima si tramuta presto in realtà e l’attaccante in 3 anni veste le maglie di ben 3 squadre diverse, Roma, Milan e Ajax, raccogliendo 76 presenze (la maggiorparte delle quali entrando a partita in corso) e 14 miseri goal. Ogni anno Bojan rientrava alla base e tutti si chiedevano come fosse possibile che quel ragazzo così talentuoso che aveva gamba, mentalità e classe per sfondare nel calcio che conta non riuscisse ad esplodere: la risposta, a oggi, non l’ha ancora trovata nessuno. Tuttavia è successo qualcosa di importante, perchè il bambino è stato finalmente svezzato: in Estate l’ha acquistato a titolo definitivo lo Stoke City di Mark Hughes, manager amante del rischio che ha deciso di portare un gioiello che tutti si erano stancati di indossare in biancorosso. A giudicare dall’ultimo goal al Tottenham le sensazioni sembrano essere positive, forse Krkic ha trovato un ambiente sufficientemente tranquillo per esprimersi: si vedrà, noi non lo perdiamo d’occhio e tifiamo per lui!

Jacopo Bertone (@JackSpartan92)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *