Alex Rivolta
No Comments

Serie A BEKO: top e flop della 5^ giornata

Altro KO per Milano nella quinta giornata di serie A Beko, con una Reggio Emilia di altissimo livello trascinata da Della Valle. Fontecchio Re di Bologna

Serie A BEKO: top e flop della 5^ giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si è conclusa con il botto la quinta giornata della Serie A BEKO,  con il successo casalingo al Pala Bigi di Reggio Emilia ai danni dei campioni d’Italia di Milano,  che incassano la seconda sconfitta consecutiva (la terza contando il ko europeo di Atene). Reggio raggiunge Venezia e Sassari in vetta a 8 punti,  con i lagunari vittoriosi a Brindisi,  mentre per la Dinamo è arrivata la prima sconfitta in casa di Cantù.

amedeo della valle reggio emilia

Grande prestazione di Amedeo Della Valle, uno dei top di questa giornata

TOP PLAYERS 5^ GIORNATA

DELLA VALLE (REGGIO EMILIA): su di lui ci sono da sempre tantissime aspettative. Arrivato in primavera dopo tanti anni negli Stati Uniti tra High School ed NCAA, il giovane azzurro si sta ritagliando un ruolo da stella nel nostro campionato. Nel big match contro l’Olimpia Milano ha dominato i momenti caldi della gara segnando 12 punti nei 23 minuti giocati ed è stato decisivo nel quarto periodo.

FONTECCHIO e MAZZOLA (BOLOGNA): Menzione d’onore per 2 giovani italiani che nella sfida fra Pistoia e Bologna sono stati entrambi decisivi per il successo della Virtus. Se Fontecchio ha messo il canestro decisivo per piegare i toscani, Mazzola continua nel suo straordinario inizio di stagione fornendo un’altra super prestazione con l’abilità anche di gestirsi con 4 falli sulle spalle. Per Mazzola grande difesa e anche 10 rimbalzi che sommati agli 8 punti realizzati gli fanno sfiorare la doppia doppia in soli 19 minuti sul parquet.

FLOP PLAYERS 5^ GIORNATA

HOWELL (CASERTA): Continua la crisi dei campani che tra l’altro hanno anche cambiato l’allenatore dopo questa quinta sconfitta consecutiva. Tra i peggiori della sconfitta casalinga contro Cremona c’è sicuramente Richard Howell, che nei 33 minuti in campo ha realizzato si 12 punti, ma con percentuali molto deludenti (35% dal campo con 5 tiri realizzati su 14 tentativi).

KLEIZA e BROOKS (MILANO): Se abbiamo premiato una coppia nel caso degli italiani di Bologna, dobbiamo assolutamente buttare la croce su due delle – presunte – nuove stelle arrivate a Milano in estate. I due ex NBA Marshon Brooks e Linas Kleiza, nel posticipo sono stati assolutamente imbarazzanti, con Banchi che alla fine è stato costretto a tenere in campo l’americano solamente 5 minuti, visto che l’ex Lakers stava sbagliando ogni pallone che gli capitava fra le mani. Arrivato per essere l’erede di Langford, ad oggi continua ad essere un punto di domanda oltre che un fattore negativo nei match dell’Olimpia. Discorso diverso per il lituano, che dopo un ottimo e molto confortante inizio di stagione fra supercoppa e campionato, si è letteralmente inceppato e da qualche partita sta fornendo prove imbarazzanti in tutte le zone del campo. Se ci si poteva aspettare che non fosse un grande difensore,  da lui come minimo ci si immaginava un grande apporto realizzativo ed invece anche a Reggio solamente 4 punti con 1 su 5 dall’arco e a coronare il tutto un fallo clamorosamente antisportivo non visto dagli arbitri sul finire di gara. Ad oggi buona parte del mercato milanese è totalmente da bocciare e visto che anche alcuni della vecchia guardia stanno rendendo solo a tratti questo spiega il brusco rallentamento dei campioni d’Italia.

Alex Rivolta

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *