Antonio Foccillo
No Comments

Champions League, ex italiani alla riscossa

Vanden Borre, Ibraimi, Sokratis e il nostro Ciro Immobile protagonisti della quarta giornata di Champions League con i loro gol

Champions League, ex italiani alla riscossa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La quarta giornata di Champions League ha messo, o rimesso se preferite, in luce tre vecchie conoscenze del nostro calcio, saliti all’onore della cronaca per i loro goal. Vanden Borre, Sokratis e Ibraimi, hanno regalato gioie ai loro nuovi tifosi in quella che è la vetrina più prestigiosa del mondo. Senza dimenticare il nostro Ciro Immobile, in rete anche martedi sera.

Vanden Borre, autore di una doppietta contro l'Arsenal

Vanden Borre, autore di una doppietta contro l’Arsenal

VAN DEN BORRE E IBRAIMI PROTAGONISTI CONTRO LE INGLESI – Quando nell’estate del 2007 arrivò alla Fiorentina, tutti i tifosi viola e non solo gridarono al colpaccio. Antony Vanden Borre era considerato un enfant prodige, già protagonista in Champions con l’Anderlecht a soli vent’anni. L’avventura italiana non andò bene, prima in viola e poi al Genoa. Ieri sera però, con la sua doppietta all’Arsenal ha permesso di raddrizzare una partita che sembrava ormai persa, con un 3-0 che non lasciava appelli. Prima una deviazione sotto porta su cross teso dalla sinistra e poi goal su rigore. L’Europa è tornata a parlare di lui. Ancora più spettacolare Ibraimi, che con una prodezza dal limite dell’area ha mandato in visibilio i tifosi del Maribor, lasciando loro sognare una storica vittoria contro il Chelsea di Mourinho. Matic riesce a riportare il pareggio, ma la perla dell’ex trequartista del Cagliari resterà a lungo negli occhi di tutti gli addetti ai lavori, un tiro a giro sul secondo palo che non ha lasciato scampo a Cech. Chissà che non avrebbe fatto comodo a Zeman uno così.

SOKRATIS-IMMOBILE, IL BORUSSIA MADE IN ITALY IN EUROPA VA – Alzi la mano chi non avrebbe scommesso un centesimo sul difensore greco dal nome impronunciabile dopo la disastrosa annata al Milan. Fatto sta che dal suo approdo al Borussia, Sokratis non ne ha sbagliata una, ritagliandosi il suo spazio, complice anche l’infortunio di Subotic e risultando un importante alternativa al serbo e all’immenso Hummels. Anche per lui goal di rapina dopo ribattute da calcio d’angolo, lui il più lesto a mettere dentro da pochi passi. Infine ancora Immobile, in goal già contro Arsenal e Anderlecht, che entra e aggiunge il suo nome al tabellino dei marcatori, sia con un goal suo sia provocando l’autogoal di Kaya. Italiane, sicuro di aver fatto bene a mandarli via ?

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *