Filippo Di Cristina
No Comments

Inter-Moyes, tre motivi per un sì

Possibile il matrimonio tra l'ex allenatore dello United e i neroazzurri, giugno più che gennaio

Inter-Moyes, tre motivi per un sì
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
David Moyes, ex tecnico del Manchester United

David Moyes, ex tecnico del Manchester United

Come ogni anno, purtroppo per i tifosi interisti, arriva puntuale il periodo di crisi nera per l’Inter con conseguenti bufere su tifosi e allenatore. Certo è che dopo l’anno scorso in cui Mazzarri riportò il biscione in coppa, seppur nell’Europa meno nobile, le cose non sono cambiate di molto poiché gran parte della tifoseria vuole che il tecnico sia esonerato. Spunta allora, nello scenario interista una figura furtiva; David Moyes, ex allenatore del Manchester United e sfortunato erede designato di Sir Alex Ferguson. Inter-Moyes sì? Vediamo perché

RILANCIO IMMEDIATO – Moyes ha voglia di rilancio e l’inter pure; poco ma sicuro. L’esperienza in premier di Moyes è stata sì sfortunata ma decisa da differenti fattori come il gravoso peso lasciatogli sulle spalle da una gestione pluridecennale come quella di Ferguson e l’impatto con una piazza non proprio semplice da gestire. Seppur qualche sparuto tifoso vuole che Mazzarri rimanga, la suggestione Moyes stuzzica i cuori neroazzurri più irrequieti

THOHIR E I TIFOSI – Il presidente Thohir sta lavorando per riportare l’Inter in alto, nessun dubbio. Certo, ci vorrà tempo e forse non poco ma una cosa è certa, il magnate indonesiano tiene ai suoi tifosi. Lo ha dimostrato nell’affare Guarìn – Vucinic, un po’ meno nella vicenda Mazzarri-Moratti ma diamogli tempo, di certo non è uno sprovveduto. E’ allora plausibile l’idea che per accattivarsi i tifosi a fine stagione possa arrivare un nuovo tecnico sulla panchina della beneamata

I SUOI PRECEDENTI – Moyes ha fatto la fortuna dell’Everton, squadra che se vogliamo ricorda l’Inter. Posizione da metà classifica, qualche top player che emerge dal gruppo e soprattutto tanta voglia di mettersi in gioco. Anche se Moyes è estraneo al calcio italiano stando ad un ragionamento plausibile si troverebbe a proprio agio nel gestire una squadra come quella di Thohir che come già anticipato potrebbe ricondurlo ai “fasti” dei suoi trascorsi inglesi.

Filippo Di Cristina

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *