Redazione
No Comments

Crisi Chievo: il cambio in panchina non è servito

Dopo un brutto avvio di stagione, il Chievo cambia allenatore. Al posto di Corini ora c'è Maran il quale, però, ancora non è riuscito a vincere.

Crisi Chievo: il cambio in panchina non è servito
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sarebbe dovuta essere molto diversa la stagione del Chievo Verona. Un mercato eccellente (con gli acquisti dei vari Maxi Lopez, Birsa e Bardi) che fino a questo momento non sta portando ad alcun risultato. In realtà, il Chievo, un risultato l’ha ottenuto: l’esonero di Corini. Storico giocatore gialloblu che non è riuscito ad ottenere risultati con una squadra composta da forti individualità. Al suo posto è arrivato Maran, allenatore che avrebbe dovuto riportare quella voglia di vincere che in questo momento sta mancando alla squadra. Il suo arrivo, però, non è stato tra i più felici: due sconfitte ed un pareggio.

Pagelle Chievo-Sassuolo 0-0: al Bentegodi vince la noia

Chievo-Sassuolo 0-0

IL CAMBIO IN PANCHINA – La stagione era partita bene. Alla prima di campionato subito la Juventus in casa. La sfida si concluse con una sconfitta nella quale, gli uomini di Corini, dimostrarono di aver abbastanza carattere per potersela giocare con chiunque. Proprio questo atteggiamento accompagnò la formazione veneta alla vittoria, per 1 a 0, contro il Napoli al San Paolo. Il tutto faceva sperare bene ma poi arrivarono 3 sconfitte ed un pareggio. Questo spinse il presidente Campedelli alla drastica decisione dell’esonero. Per qualsiasi squadra è complicato assorbire un cambio in panchina ma allo stesso tempo lo è anche per il nuovo allenatore. Chi sostituisce deve essere in grado di portare aria nuova, aria di vittoria. Questo non è stato il caso di Maran. Arrivato, come un antibiotico, per curare il Chievo ma in realtà è stato solo un effetto placebo. Dal cambio di rotta sono arrivate 2 sconfitte, con Genoa e Palermo, ed un solo pareggio, contro il Sassuolo. A questo punto le domande da porsi sono solamente due: entrambi gli allenatori che non sono stati in grado di rendere al meglio le capacità dei giocatori? oppure, sono gli stessi giocatori che non sono stati assemblati bene, durante il mercato, per svolgere una stagione tranquilla? Vedremo quale sarà il risultato della prossima giornata contro il Cesena e vedremo se Maran riuscirà a darci una risposta.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *